Riflessioni









Una riflessione sullo stile di vita occidentale

"Quello che più mi sorprende degli uomini occidentali è che si rovinano la vita per guadagnare molto denaro poi spendono tutto il  denaro guadagnato per recuperare la salute. Pensano ansiosamente al futuro, così non si godono né il presente e tanto meno il futuro. Infine, vivono come se non dovessero morire mai e muoiono senza avere mai vissuto"

Un consiglio

"Esistono solo due giorni all'anno in cui non si può fare niente, e sono: ieri e domani, ieri perché è già passato e domani perché deve ancora venire … quindi, oggi è il giorno ideale per amare, crescere, fare e ... soprattutto … vivere!"

 ... Dalai Lama

Estratto del discorso pronunciato in sede ONU dal Presidente dell'Uruguay



“Il mediocre uomo medio nelle grandi metropoli occidentali passa tutta la vita deambulando tra le finanziarie e la rutine stressante degli uffici in cui lavora, tutti rigorosamente con aria condizionata. Sogna sempre di andare in vacanza e di essere libero. Sogna e spera anche di poter pagare i suoi debiti fino a quando un bel giorno, il suo cuore si ferma, e allora … addio …

Ma sarà subito rimpiazzato da un altro soldatino fedele che coprirà il suo posto di consumatore per soddisfare le fauci del Mercato, garantendo così l’ininterrotto accumulo patrimoniale dei pochi che reggono il gioco. La crisi deriva dall’incapacità della politica di comprendere che l’umanità non sfugge e non sfuggirà al Sentimento Nazionale, perché sembra che sia quasi inserito nel nostro Codice genetico; ma ora è giunto il tempo di lottare per preparare un Mondo senza frontiere.

L’economia globalizzata non ha altro obiettivo che l’interesse privato dei pochi ed ogni Stato Nazionale si preoccupa solo ed esclusivamente di garantire la sua continuità mentre oggi, il vero grande obiettivo è di considerare Tutta l’umanità nel suo insieme. E se questo fosse poco, il capitalismo produttivo è oggi ostaggio delle banche e queste sono ora il vero centro del Potere Mondiale.

Lo dico chiaramente: il Mondo oggi chiede a gran voce regole a livello globale che garantiscano il rispetto del metodo scientifico, che è si ampiamente utilizzato, ma non governa per il benessere dell’umanità.”


José Mujica Cardona, Ex Presidente dell’Uruguay

"tutto ciò che è vitale è irrazionale, e tutto ciò che è razionale è contro la vita, perchè la ragione è essenzialmente scettica..."

Miguel de Unamuno (Filosofo, filologo e libero pensatore esiliato a Fuerteventura dal Governo del dittatore Francisco Franco perchè scomodo alla chiesa cattolica e il dittatore ha eseguito gli ordini del Vaticano)

“Voi, i cristiani, gli ebrei, i musulmani, i buddisti, gli scintoisti, gli avventisti, i panteisti, i testimoni di questo e di quello, i satanisti, i guru, i maghi, le streghe, i santoni, quelli che tagliano la pelle del pistolino ai bambini, quelli che cuciono la passerina alle bambine, quelli che pregano ginocchioni, quelli che pregano a quattro zampe, quelli che pregano su una gamba sola, quelli che non mangiano questo e quello, quelli che si segnano con la destra, quelli che si segnano con la sinistra, quelli che si votano al Diavolo, perché delusi da Dio, quelli che pregano per far piovere, quelli che pregano per vincere al lotto, quelli che pregano perché non sia Aids, quelli che si cibano del loro Dio fatto a rondelle, quelli che non pisciano mai controvento, quelli che fanno l’elemosina per guadagnarsi il cielo, quelli che lapidano il capro espiatorio, quelli che sgozzano le pecore, quelli che credono di sopravvivere nei loro figli, quelli che credono di sopravvivere nelle loro opere, quelli che non vogliono discendere dalla scimmia, quelli che benedicono gli eserciti, quelli che benedicono le battute di caccia, quelli che cominceranno a vivere dopo la morte…

Tutti voi, che non potete vivere senza un Babbo Natale e senza un Padre castigatore.


Tutti voi, che non potete sopportare di non essere altro che vermi di terra con un cervello.


Tutti voi, che vi siete fabbricati un dio “perfetto” e “buono” tanto stupido, tanto meschino, tanto sanguinario, tanto geloso, tanto avido di lodi quanto il più stupido, il più meschino, il più sanguinario, il più geloso, il più avido di lodi tra voi.


Voi, oh, tutti voi


NON ROMPETECI I COGLIONI!


Fate i vostri salamelecchi nella vostra capanna, chiudete bene la porta e soprattutto non corrompete i nostri ragazzi.


Non rompeteci i coglioni!»

François Cavanna (uno dei fondatori di Charlie Hebdo)



“Il mondo si divide in tre categorie di persone: un piccolissimo numero che determina gli avvenimenti; un gruppo un po’ più consistente che vigila sulla loro esecuzione assistendo al loro compimento; e infine una vasta maggioranza che non saprà mai cosa è accaduto in realtà”. Nicholas Murray Butler, membro del Council on Foreign Relations, pedagogo, filosofo e politico americano.

Il 26 giugno 1863, il banchiere Sherman Rothschild, uno dei più importanti banchieri dell’epoca, scriveva alla Ditta Kleimer, Morton e Vandergould di New York in merito al sistema bancario dicendo: “Pochi comprenderanno il sistema bancario, coloro che lo comprenderanno saranno occupati a sfruttarlo, la grande massa non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi”.