Chi scrive











Siamo una coppia italo-cubana e viviamo nelle isole Canarie. Lavoriamo come autonomi nel settore del marketing online, traduzioni e servizi web. Dopo una precedente esperienza con un blog amatoriale dedicato ai nostri viaggi ed esperienze lavorative, abbiamo deciso di rimetterci in gioco con un nuovo blog che è soprattutto dedicato alla realtà di alcuni paesi del sud del mondo, che attualmente sono immersi in un profondo processo di cambiamento politico, economico e sociale, e che secondo noi saranno tra i protagonisti di un futuro tuttora incerto ma promettente. Ma commenteremo anche altri argomenti che di tanto in tanto incontreremo in rete in alcuni siti stranieri.

Senza avere la pretesa di propendere per nessuna particolare posizione politica o politico-economica, prendiamo comunque a prestito la bella frase: “il nostro nord è il sud”, che viene spesso ripetuta da quella che io chiamo la “CNN dei popoli Latinoamericani non allineati” e cioè la rete televisiva Telesur. Infatti, a volte troverete alcuni articoli tradotti proprio dall’originale apparso nel sito di questo canale sudamericano: www.telesurtv.net.

Un altro sito di riferimento da cui prendiamo ispirazione è l'ormai famosa: RT, o Russia Today, altra alternativa alla faziosa CNN e che offre sempre spunti interessanti e una prospettiva diversa dalle solite balle raccontate dai media occidentali. Così, forse, analizzando un poco di balle nostrane e quelle raccontate dai cosiddetti media non allineati forse si riuscirà ad incontrare un poco di verità in mezzo a tanta propaganda.

Allora in queste pagine potrete leggere notizie, commenti ed opinioni, relativi a paesi come: le Canarie dove viviamo attualmente, Cuba la terra di mia moglie, Messico, Costa Rica, Panama, Colombia, Venezuela, Ecuador, Argentina, Bolivia, Uruguay, Brasile, Cile ma anche buona parte del resto del mondo. Sia che sogniate di trasferirvi in uno di questi paesi, o che siate semplicemente curiosi di sapere cosa accade da quelle parti, forse potrete trovare proprio qui alcuni dettagli e riflessioni che spesso la stampa occidentale dei “paesi del nord del mondo” non propone come, secondo noi, dovrebbe.

Infine, vi chiediamo gentilmente di non cercare il modo di mettervi in contatto con noi per chiederci di aiutarvi con richieste del tipo: “dato che vivete alle Canarie, potreste aiutarmi a …” “c’è lavoro alle Canarie per me, io sono un …” “secondo voi potrebbe funzionare un Bed & Breakfast alle Canarie?” Ricordate che al momento attuale la disoccupazione nelle isole Canarie è al 30%. Quasi tutte le attività commerciali sono in cessione e quelle che resistono semplicemente sopravvivono. Rifletteteci...

Trasferirsi a vivere alle Canarie è secondo noi vantaggioso solo per chi è: pensionato, vive di rendita o svolge un lavoro autonomo come il nostro in internet e viene pagato da clienti internazionali.

Il punto che credo tuttavia non sia ben chiaro a chi in Internet si limita a navigarci e/o forse a interagire in Facebook, è che, come dico io, entra in gioco il fattore: “uno per tutti e tanti per uno”, cioè, io che scrivo sono uno per tutti voi, ma voi non vi rendete conto che siete tanti per me. Rispondere a centinaia di e-mail al giorno, quasi tutte uguali, è assolutamente impossibile. Il blog cercherà di offrire tante informazioni e spunti per chi ha intenzione di trasferirsi all’estero che, speriamo, vi aiuteranno a districarvi tra le varie opportunità e farvi un’idea su come muovere i primi passi.

Ad ogni modo, la scelta definitiva è esclusivamente VOSTRA! E dovrete rimboccarvi le maniche, farvi coraggio, come abbiamo fatto tutti noi, e lanciarvi autonomamente con fiducia e spirito di sacrificio.

Per la stessa ragione abbiamo deciso di non permettere i commenti nel blog. Semplicemente perché in passato erano un canale per chiedere le solite scontate informazioni, sempre tutte uguali, che non abbiamo il tempo materiale di gestire, oltre ad evitarci in questo modo di dover leggere tutti i commenti per eliminare quelli che possono risultare lesivi, offensivi o addirittura diffamanti. Esistono oggi leggi precise che puniscono questo tipo di commenti in tutto il mondo e i responsabili che pagano sono i gestori dei siti Internet.

Ci scusiamo in anticipo per non potere rispondere a tutti, ma cercate di capire che dopo 12 ore al giorno passate a scrivere, scambiare e-mail con i clienti, la famiglia, gli amici, non resta molto tempo e tanto meno voglia di rispondere a centinaia di richieste d’aiuto tutte uguali. Tuttavia, tutto ciò che troverete qui sarà sempre e solo gratis... Infine, se gradite un consiglio: diffidate di chiunque si offre di aiutarvi nel vostro trasferimento all'estero dietro una qualsiasi forma di pagamento per la sua "consulenza". Nella migliore delle ipotesi si tratta solo di disperati che vogliono approfittare della vostra ingenuità per recuperare un poco dei soldi che hanno sprecato per avere fatto una scelta azzardata senza informarsi adeguatamente.

Grazie a tutti

Staff Intextos