lunedì 26 marzo 2018

Comprare casa alle Canarie, da una banca



Tranquilli. Mafia, sotterfugi e intrallazzi vari non sono esclusivi del belpaese, anche in Spagna, e soprattutto alle Canarie, si sente odore qua e lá di situazioni sospette che lasciano intendere che per accedere ad alcuni privilegi devi far parte della élite giusta.

Perché dico questo? Beh... sempre per esperienza personale, dato che alcuni mesi fa abbiamo deciso con mia moglie di valutare la possibilità di acquistare una casa nuova.

Comprare casa alle Canarie si è rivelato un affare per molti in questi ultimi anni, complice la crisi que ha abbassato i prezzi degli immobili. Ma purtroppo, negli ultimi mesi questi ultimi sono tornati a salire, forse perchè molti immobili sono stati venduti, ma anche perché gli addetti ai lavori, banche, agenzie immobiliari e anche piccoli proprietari, si sono convinti che siano tornati i tempi d’oro pre-crisi quando i prezzi degli immobili erano gonfiati all’inverosimile e anche per questo, in seguito, sono crollati.

Tuttavia, capita ancora di vedere sui siti di annunci immobiliari più importanti in Spagna, Fotocasa.es e Idealista.com, annunci di immobili in vendita di proprietà di banche che vengono offerti a prezzi decisamente interessanti. Proprio per questo abbiamo deciso, con mia moglie, di provare a sondare queste offerte. La prima è una casa con piscina, giardino, tre stanze e due bagni vista mare al prezzo di 133 mila euro. Davvero interessante vero?

Chiamiamo quindi la prima banca, una delle più importanti in Spagna, e chiediamo di poter accedere a vedere l’immobile e fare un’offerta. Il call center, sicuramente da Madrid, ci conferma che l’immobile è disponibile e dopo aver registrato i nostri dati ci informa che nei prossimi giorni un assessore (agenzia immobiliare privata da loro incaricata di seguire la vendita in loco) si metterà in contatto con noi per mostrarci la casa.

Aspettiamo uno, due, tre giorni, una settimana, e nessuno chiama. Torniamo a chiamare il call center e ci rispondono che la casa è già stata venduta. Strano, perché nei termini e condizioni del loro sito si dice espressamente che non è possibile assegnare la casa se prima non si è provveduto a raccogliere tutte le offerte delle persone che si sono registrate, e per registrasi basta chiamare il call center. In teoria, potremmo legalmente denunciare la banca per non averci permesso di accedere a fare un’offerta ma... meglio lasciar perdere.

Pazienza. Allora decidiamo di chiamare la seconda banca, sempre tra le più importanti in Spagna, per il secondo immobile, questo era pubblicizzato nel sito Idealista.com da oltre un anno, quindi dovrebbe essere più accessibile. Chiamiamo, ci dicono che l’immobile è disponibile, ci registrano e confermano che nei prossimi giorni verremo chiamati dal loro incaricato in loco. Passano i giorni, nessuno chiama. Torniamo a chiamare il call center il quale ci da il numero dell’agenzia in loco. Chiamo l’agenzia la quale mi dice che al momento non hanno le chiavi, che appena le ottiene mi chiamerà. Passano i gorni, nessuno chiama. Torno a chiamare....toh, la casa è già stata venduta.

La cosa si ripete per ben altre cinque volte, con immobili di diverso genere, in mano sempre a queste due diverse banche, e in tutti i casi gli immobili erna stati venduti proprio il giorno, o quelli subito seguenti, alla mia chiamata. Solo nell’ultimo caso ci è stato riferito che l’immobile non poteva essere venduto perché era stato occupato abusivamente (okkupa). Che strano però, se ne sono resi conto solo quando abbiamo chiamato noi!

Ora, è vero che pensare male è “male”, ma come dice il vecchio detto, “ci si prende sempre”. Io non ho le prove che dietro a queste offerte succulente di case in vendita alle Canarie a prezzi davvero stracciati in mano alle banche ci sia un’organizzazione fraudolenta, ma sembra davvero incredibile che di sette immobili annunciati in internet su siti molto famosi neppure uno fosse disponibile (per noi). Sarà forse che gli “assessori” locali delle banche, dato che si tratta di agenzie immobiliari private, si sono “organizzati” per impedire intenzionalmente l’accesso al pubblico a queste offerte? Fate voi...

Io, dal canto mio, non tornerò più a chiamare una banca spagnola per avere informazioni in merito ad un immobile da loro annuncianto in internet, sarebbe solo tempo sprecato.

Pensateci anche voi, se state meditando di comprare casa alle Canarie e approffittare di una delle offerte immobiliari pubblicate in internet dalle banche spagnole.

P.S. Una delle case di cui sopra, era offerta al prezzo di 160.000 euro. Si tratta di una villa bifamiliare con vista mare, tre camere, due bagni e piscina privata. Necessitava di investimento minimo per renderla vivibile (poche migliaia di euro) dato che era nuova, mai occupata. Poche settimane dopo la nostra chiamata appare di nuovo l’annuncio della stessa in vendita al prezzo di 265.000 euro, ovviamente l’annuncio è di un’agenzia immobliare privata. Niente male, 105 mila euro di margine in poche settimane (vaya negocio redondo) come si dice in spagnolo...

26 marzo 2018

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Comprare casa alle Canarie, da una banca
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...