lunedì 20 novembre 2017

Il clima migliore del mondo sta cambiando


Uno dei fattori che inducono molti a programmare il trasferimento all’estero è il clima. Quando è inverno, piove, nevica e fa freddo si sognano i paesi caldi, quando in estate le temperature superano i quaranta gradi si sognano invece le miti valli montane dove i gradi non sono mai più di venticinque e soffia sempre una leggera brezza.

Ma ci sono anche luoghi dove il clima è davvero perfetto, dove i gradi non scendono mai sotto i venti e non superano mai i 30, e c’è sempre una leggera brezza marina. Uno di questi posti sono da sempre le isole Canarie, famose nei secoli per essere un luogo privilegiato dove chi soffre di problemi alle vie respiratorie trova un paradiso nel suo clima. Fino a oggi.....

Purtroppo, anche il clima migliore al mondo cambia. O almeno, nelle isole Canarie le cose stanno cambiando in modo importante. Infatti, sono già alcuni anni che i venti si sono intensificati ei giorni di pioggia sono aumentati, soprattutto nel nord delle isole. Tuttavia, quest’anno è stato particolarmente pesante. Soprattutto nelle isole orientali, Gran Canaria, Fuerteventura e Lanzarote.

Dal mese di gennaio infatti, su queste isole hanno soffiato venti più forti e freddi del solito, e l’acqua del mare era mediamente più fredda. Inoltre, dato piuttosto allarmante, si sono intensificati gli episodi e l’intesità della calima, il vento africano che porta la sabbia rossa nell’atmosfera. Chi ha visitato queste isole nel 2017 si sarà accorto che spesso il cielo ha un tono rossastro e tutto si copre di una coltre di polvere rossa, la calima appunto.

In passato la calima visitava le isole orientali due o tre volte all’anno, per un totale di circa 15 giorni. Negli ultimi tempi questo fenomeno è andato crescendo fino a raggiungere i livelli di quest’anno, in cui si è avuta calima nell’aria delle Canarie orientali per almeno 4 giorni consecutivi ogni 10, tutto l’anno insomma! Nel momento in cui sto scrivendo c’è calima nell’aria, una temperatura di 38 gradi e l’aria è irrespirabile.

Contrariamente a quanto si dice, il calima non è per nulla benefico per la salute. L’università di Las Palmas infatti, ha dimostrato che la continua esposizione a queste polveri aumenta considerevolmente il rischio di sviluppare malattie respiratorie, incluso cancro ai polmoni. Per questa ragione gli esperti consigliano sempre di restare chiudi in casa quando c’è il calima nell’aria delle Canarie.

Ma durante il 2017 il calima sembra avere messo le radici, c’è praticamente sempre, o quasi. Cosa fare quindi? Naturalmente non è possibile vivere alle Canarie restando chiusi in casa buona parte dell’anno. Tantomeno si può uscire per andare sempre nei soliti centri commerciali, che inoltre, nelle isole minori sono sempre gli stessi e molto piccoli.

Ma non basta. Quest’anno, per la prima volta nella storia recente, durante il mese di ottobre le Canarie sono state “sfiorate” da un vero e proprio uragano forza 3 (Ophelia), di quelli che di solito distruggono tutto nei Caraibi. Fortunatamente i venti non hanno raggiunto le isole grazie al calima e alla bolla d’aria calda provenienti dall’Africa che hanno fatto da cuscinetto. In compenso, a ottobre si sono registrate temperature di 43 gradi a Pajara, nel sud dell’isola di Fuerteventura.

Insomma, il clima sta cambiando ovunque al mondo, e le Canarie non fanno eccezione. Se state quindi cercando il paese con il miglior clima del mondo sappiate che anche le isole Canarie non sono più le isole fortunate che erano una volta, per quanto riguarda il clima. Anche qui il clima è cambiato e sta cambiando tuttora, ad una velocità impressionate e in modo imprevedibile.

20 novembre 2017

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Il clima migliore del mondo sta cambiando
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...