giovedì 14 maggio 2015

Studiare spagnolo, portoghese o altre lingue



Spesso gli italiani, dal momento che la loro lingua non è utilizzata come lingua ufficiale fuori dai confini nazionali fatta eccezione per una piccola porzione della Svizzera, scelgono di andare in vacanza o trasferirsi a vivere all’estero in paesi di lingua spagnola credendo inconsciamente che ciò gli renderà la vita più facile.

Avrete sentito certamente dire che “lo spagnolo e l’italiano sono ‘praticamente’ uguali”. Ma non è proprio così. Anche se entrambi sono lingue latine, forse proprio anche per questa ragione possono sorgere problemi maggiori rispetto per esempio all’inglese o il tedesco. Infatti, quando un lingua è completamente diversa da quella “madre”, il nostro cervello tende a non fare delle associazioni tra le due creando uno spazio indipendente per la nuova lingua.

Un esempio dei problemi che può incontrare un italiano che studia lo spagnolo è dato dalla parola “largo”. Ora, in italiano tutti sappiamo bene cosa significa questa parola. Ma “largo” esiste anche in spagnolo, però il suo significato è totalmente diverso, significa “lungo”. Quindi, in spagnolo “un camino largo” in italiano è un “lungo cammino”. Inutile dire che questo genere di varianti creano molti problemi a chi parla come lingua madre una lingua latina e desidera studiare un’altra lingua dello stesso ceppo.

Tutto questo non toglie che, comunque, gli italiani riescano a farsi capire anche parlando uno spagnolo italianizzato o direttamente in italiano come capita spesso di sentire da queste parti nelle isole Canarie. Ma se invece siete tra coloro che desidera imparare bene lo spagnolo o qualsiasi altra lingua, allora vi lascio di seguito alcuni consigli che sono validi anche nel caso di lingue molto diverse come l’inglese, il tedesco o il russo.

1. Connettere la lingua alla vostra vita di tutti i giorni. Studiare una seconda o terza lingua come se si trattasse di un hobby, cioè dedicargli solo alcune ore alla settimana mentre nel resto del tempo tutto resta come prima, è controproducente. Piuttosto, se volete apprendere bene e rapidamente una lingua straniera, la prima cosa da fare è quella di farla entrare nella vostra vita quotidiana da subito. Cosa significa questo? Che dovreste ascoltare canzoni, vedere film, leggere riviste (anche se al principio non capirete granché) e magari, appena appresi i rudimenti della nuova lingua, potreste abituarvi a scrivere delle frasi brevi, pronunciare alcune parole in qualsiasi momento o selezionare questa lingua nel sistema operativo del vostro computer obbligandovi così ad utilizzare la nuova lingua in ogni occasione.

2. Connettetevi con delle persone che parlano la lingua che desiderate apprendere. Se nella vostra famiglia, tra i colleghi o gli amici, si trovano delle persone che parlano la lingua che desiderate apprendere, approfittatene. Spiegategli che desiderate imparare la loro lingua e obbligateli a comunicare con voi in quella. È dimostrato scientificamente che, tanto da bambini come da adulti, vivere e lavorare in un ambiente multilingue facilita l’apprendimento delle lingue.

3. Imitazione. Avete mai pensato “voglio parlare spagnolo, o inglese, con quell’accento là…?” Ebbene, anche se a tutti noi basterebbe conoscere quanto basta una lingua straniera per capire a farci capire, tuttavia, a volte ci facciamo prendere dal desiderio di addentrarci a tal punto in una determinata cultura da padroneggiare addirittura i diversi accenti. Non è del tutto impossibile. Ma per farlo ci vuole tanto tempo e soprattutto la chiave è l’imitazione. L’accento non si acquisisce a scuola, ma ascoltando ininterrottamente come dei bambini le persone del luogo che parlano tra di loro e quindi tentando di imitarle. Tomatis, un esperto francese, ha sviluppato un metodo di apprendimento delle lingue che parte precisamente dall’ascolto del suono di una lingua, lui afferma infatti che abituandosi ad ascoltare i suoni della lingua anche quando non si conosce il significato delle parole, fa in modo che la nostra mente si abitui alla cadenza e all’accento, così tutto è più facile.

4. Studiare una lingua straniera attraverso un’altra lingua straniera. Un altro metodo che può aiutarci ad apprendere rapidamente e meglio una lingua straniera è quello di studiarla attraverso un’altra lingua che non è la nostra lingua madre. Ma a questo proposito è necessario avere appreso già una seconda lingua. Se conoscete e utilizzate abbastanza bene l’inglese per esempio, potreste studiare lo spagnolo o il portoghese utilizzando dei corsi di queste lingue diretti ai madrelingua inglesi. Se invece conoscete bene lo spagnolo e volete imparare il portoghese, potete utilizzare un corso di portoghese per spagnoli. In questo modo otterrete un doppio beneficio: 1. Apprendere una nuova lingua e, 2. Rafforzare una lingua appresa in precedenza seguendo un filo discendente che parte dalla vostra lingua madre e che vi aiuterà a creare armonia tra le tre lingue.

5. Tanta passione. Lo studio delle lingue, come tutto il resto, necessita di tanta costanza e passione. Se vi avvicinate ad una nuova lingua per motivi pratici o perché vi siete obbligati, non otterrete mai i risultati che potreste ottenere se lo fate con passione ed amore. Questa è una regola che vale a proposito di qualsiasi cosa, amate quello che fate e tutto vi riuscirà meglio.

14 maggio 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Studiare spagnolo, portoghese o altre lingue
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...