lunedì 23 marzo 2015

Notizie dalle isole Canarie primo trimestre 2015



Come di consueto riassumo alcune notizie apparse sui quotidiani locali delle isole Canarie in questo primo trimestre del 2015. Non è avvenuto nulla di particolarmente eclatante, ma di tanto in tanto mi fa piacere fare il punto della situazione per darvi un idea di come vanno le cose da queste parti.

Innanzitutto inizio con il dire che il freddo inusuale che ha colpito le isole durante l’invero 2014-2015 non ha ancora abbandonato l’arcipelago. Infatti, a fine marzo c’è ancora un vento piuttosto freddo (più della media stagionale) ed è anche più umido del solito.

Non è un caso che il quotidiano locale La Provincia abbia confermato che quest’inverno è stato in assoluto il più freddo degli ultimi 16 anni. Beh … speriamo che il prossimo vada meglio altrimenti dovremo dotarci tutti di guanti, cappello di lana e coperta termica.

All’inizio di marzo c’è stato un morto ammazzato sull’isola di Fuerteventura. Trattasi di cameriere che pare sia stato accoltellato a morte per motivi passionali. Il delitto è avvenuto a Morro Jable, nel sud dell’isola, e tutt’ora non è ancora confermato il responsabile dell’omicidio. L’isola tranquilla non è sempre così tranquilla, di tanto in tanto si verificano eventi di questo genere. Mi consolo con quanto dice un mio caro amico canario “fino a quando i giornali pubblicano queste notizie significa che sono talmente rare da fare appunto notizia, ci sarà da preoccuparsi quando non le pubblicheranno più perché troppo frequenti!?”

Nello stesso periodo sono stati arrestati tre agenti della Guardia Civil di stanza sempre nel sud di Fuerteventura, a Morro Jable. Pare che avessero falsificato delle prove oltre ad avere commesso altri reati. In questi ultimi due anni sono già diversi i membri delle forse dell’ordine locale che sono passati dietro le sbarre a Fuerteventura.

Chi dispone di un conto corrente in una banca spagnola deve sapere che ha tempo (se non lo ha già fatto) fino al 30 aprile 2015 per fornire la fotocopia di un documento d’identità e alcuni dati personali della propria attività economica alla banca. Al non farlo, la banca ha il diritto di bloccare l’operatività del conto. Si tratta del recepimento di una legge europea allo scopo di prevenire l’evasione e il riciclaggio di denaro sporco.

L’ultima notizia non l’ho presa dai giornali ma dal commento di una persona che si occupa di vendite di immobili sul’isola di Fuerteventura. Alla mia domanda “come vanno le cose?” la risposta è stata “quando siete arrivati voi alcuni anni fa si vendeva poco, ma negli ultimi due anni stiamo vendendo a rotta di collo. In questo momento è difficile reperire un immobile decente con due camere a meno di 100 mila euro e se continua così presto no resteranno più case disponibili in vendita”.

Chissà, magari tra qualche mese torneranno a spuntare cantieri edili qui e là. Nel frattempo, all’interno del Fuerteventura Golf Club hanno già ripreso a costruire una urbanizzazione nuova di zecca di 45 ville con piscina. Tornerà la febbre del mattone …?

23 marzo 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Notizie dalle isole Canarie primo trimestre 2015
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...