mercoledì 7 gennaio 2015

Andare in pensione alle Canarie



Il numero dei pensionati che hanno deciso di trasferirsi a vivere alle Canarie è in continua crescita, solo nell’ultimo anno infatti, le statistiche indicano che nelle sole isole Canarie si siano trasferiti a vivere oltre 8.000 nuovi italiani dei quali la maggioranza sono pensionati. E in alcuni post precedenti ho già avuto occasione di parlare di alcuni dei benefici del vivere alle Canarie da pensionati.

Ora però, vorrei spendere qualche parola a proposito di chi è a pochi anni dalla pensione o chi si trasferisce alle Canarie avendo già accumulato alcuni anni in Italia e dopo avere passato il resto della vita lavorativa nelle isole avrà quindi la necessità di richiedere la pensione all’INPS ma anche alla Seguridad Social spagnola.

Nel primo caso, immaginando che la persona abbia versato buona parte dei contributi in Italia, nel momento in cui si trasferisce a vivere alle Canarie può scegliere di versare direttamente alla Seguridad Social spagnola i pochi anni che mancano al raggiungimento del tetto minimo per andare in pensione in Italia, questi contributi verranno contabilizzati come “figurativi” dall’INPS italiana. Cioè, saranno utili per il raggiungimento del numero di anni necessari per la pensione ma non apporteranno valore alla stessa.

Esempio: una persona ha contribuito per 37 anni in Italia, gli mancano 3 anni (nel caso servano un totale di 40) oppure 5 (nel caso servano 42 anni) per andare in pensione, può così pagare la quota minima di 256 euro al mese alla previdenza spagnola e vedersi contabilizzare questi anni al fine di avere tutti quelli necessari per la pensione italiana. Ovviamente però, l’importo della pensione verrà calcolato sulla base dei 37 realmente versati in Italia. I 3 anni versati in Spagna non daranno diritto a nulla dato che per maturare una pensione minima in Spagna si necessita di almeno 15 anni di contributi, almeno per ora.

Nel caso invece la persona si trasferisca a vivere alle Canarie da giovane e abbia versato solo 20 anni di contributi in Italia, verserà, come autonomo o come lavoratore dipendente, i relativi contributi alla previdenza spagnola per il numero di anni lavorati in Spagna, e quando avrà raggiunto il numero totale (compresi gli anni versati in Italia) degli anni necessari, potrà richiedere la pensione minima all’INPS direttamente attraverso gli uffici della Seguridad Social spagnola. Quando in seguito avrà anche maturato almeno 15 anni di contributi versati alla previdenza spagnola, avrà diritto alla pensione minima pagata dalla Seguridad Social.

Esempio: la persona ha versato 30 anni di contributi in Italia, dopo avere versato ulteriori 10 anni di contributi in Spagna ha diritto, grazie ai trattati bilaterali Italia-Spagna, a vedersi riconosciuto il diritto ad andare in pensione dato che i 10 anni “figurativi” versati in Spagna vanno ad aggiungersi ai 30 versati in Italia dove raggiungerà la quota dei 40 necessari per andare in pensione. Se gli anni versati in Italia sono invece solo 20 sarà allora necessario attendere l’età minima prevista per ricevere la pensione di vecchiaia che in Italia se non sbaglio è di 67 anni per gli uomini e 65 per le donne. Tuttavia, in questi casi è sempre meglio informarsi bene dato che le leggi cambiano ad una velocità impressionante.

Ad ogni modo, un dettaglio importante da tenere presente e che molti non sanno, è che l’Italia ha firmato con la Spagna e con molti altri paesi, degli accordi in materia fiscale e previdenziale, grazie ai quali gli anni versati alle rispettive casse degli istituti previdenziali dei due paesi vengono riconosciuti in modo “figurativo” da entrambi. Inoltre, è interessante anche sapere che se vi trovate già a vivere alle Canarie potete tranquillamente richiedere la vostra pensione italiana direttamente attraverso gli uffici della Seguridad Social competenti per la zone di vostra residenza in Spagna. 

7 gennaio 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Andare in pensione alle Canarie
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...