martedì 9 dicembre 2014

Costa Rica: Dove il cambiamento climatico colpirà meno



Dato che sembra abbastanza chiaro che il cambiamento climatico è in atto e che, indipendentemente da quali che siano le sue cause, molti paesi del mondo soffriranno delle ripercussioni importanti, vi siete mai chiesti qual è il paese che meno risentirà di questi cambiamenti.

Ebbene, qualcuno si è posto la stessa domanda e la risposta sembra essere che la Costa Rica sarà se non l’unico, sicuramente uno dei paesi che soffrirà meno degli effetti del cambiamento climatico.

Infatti, nonostante diverse regioni dell’America Latina siano perennemente monitorate in quanto ospitano i paesi con i livelli più alti di emissioni di co2, tra questi troviamo: Brasile, Argentina, Venezuela e Messico, la Costa Rica si distingue per essersi posta l’obiettivo di trasformarsi nella prima regione al mondo completamente autosufficiente a livello di produzione energetica liberandosi completamente dai combustibili fossili entro il 2021. 

E questo obiettivo non è poi così ambizioso, dato che già ora, il piccolo paese centroamericano produce circa il 96% dell’elettricità di cui ha bisogno utilizzando esclusivamente fonti di energia rinnovabili. Inoltre, la Costa Rica ha aumentato la superficie boschiva del 10% negli ultimi 10 anni.

Un altro paese che si sta impegnando molto in America Latina è il Brasile, il quale anche se incluso tra i 30 paesi che emettono le maggiori quantità annuali di CO2, negli ultimi tempi ha comunque mostrato di fare progressi nella riduzione delle emissioni nocive limitando in modo deciso anche il processo di deforestazione.

Secondo la Know Climate Change Org., le minacce maggiori che dovranno affrontare l’America centrale e quella del sud nei prossimi anni saranno il cambiamento drastico del ciclo delle precipitazioni, lo scioglimento dei ghiacci polari e la diminuzione delle aree agricole disponibili per l’agricoltura.

Tuttavia, non vi è accordo tra gli studiosi del clima per quanto riguarda gli effetti reali del cambiamento delle precipitazioni e dell’innalzamento del livello del mare. Alcuni sostengono che la parte nord del paese sperimenterà un aumento della siccità mentre altri credono che avverrà il contrario, cioè, con l’aumento delle precipitazioni aumenteranno anche le terre coltivabili a disposizione.

Entro il 2100 si prevede che il livello del mare sperimenterà un innalzamento pari a circa 1 metro e che alcune regioni costiere della Costa Rica saranno colpite così come molti altri paesi e isole del globo.
Infine, la Costa Rica beneficia di una posizione particolarmente privilegiata, grazie alla quale anche se si trova affacciata sul mar dei caraibi non è soggetta alla violenza degli uragani che colpiscono spesso diversi paesi dell’area. L’ultimo uragano che ha interessato la Costa Rica ha raggiunto il paese nel lontano 1996.

Sembra chiaro che a prescindere da dove si vive, nel prossimo futuro si dovranno fare i conti con gli effetti del cambiamento climatico che piaccia o meno, ma la Costa Rica è definitivamente uno dei paesi che subirà il minor impatto ambientale dovuto al cambiamento climatico. 

9 dicembre 2014

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Costa Rica: Dove il cambiamento climatico colpirà meno
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...