venerdì 14 novembre 2014

Australia facilita visto di residenza ai ricchi



Anche se l’articolo del BusinessInsider al quale faccio riferimento segnala che questa legge dell’immigrazione australiana è stata fatta apposta per facilitare l’immigrazione nel paese dei nuovi ricchi cinesi, la verità è che questo non è specificato nel decreto legge. 

Da buoni materialisti come sono i legislatori australiani fanno riferimento esclusivamente a una precisa quantità di denaro che l’aspirante immigrante “di lusso” deve investire nel paese, da dove venga il soggetto poco importa.

Questo nuovo permesso di residenza definitiva in Australia si chiama: Significant Investor Visa (Visto per Investimento Importante), e offre la possibilità di risedere continuamente in Australia per un periodo di due anni rinnovabili.

Ovviamente, per ottenere questo nuovo permesso di residenza definitivo in Australia si deve necessariamente investire almeno 5 milioni di dollari australiani (4,6 milioni di dollari USA), e gli esperti di immigrazione fanno sapere che dal 2012, cioè quando è entrata in vigore la legge, il 90% di questi visti è stato concesso a investitori cinesi.

Inoltre, gli esperti del settore fanno anche sapere che da quando grazie a questa legge si è incrementato l’arrivo in Australia di ricchi stranieri, la conseguenza è che il costo degli immobili e più generalmente della vita, ha conosciuto un rapido aumento a scapito dei residenti meno abbienti.
 
Ora l’Australia sta studiando la possibilità di emettere un secondo tipo di visto speciale per investitori che investano almeno 15 milioni di dollari australiani nel paese. Benvenuti insomma tutti coloro che hanno il portafoglio pieno, gli altri possono astenersi anche solo dal sognare di poter immigrare in Australia.

Permessi di residenza in Australia


I più informati potrebbero obiettare che in realtà, a parte i visti che si danno a persone altamente specializzate o il famoso Working Holiday Visa, specifico per giovani minori di 30 anni che decidano di passare un anno nel paese mantenendosi con dei piccoli lavoretti, l’Australia offre anche dei visti per investitori che prevedono investimenti minori (business investor visa), nell’ordine delle centinaia di migliaia di dollari.

Questo è vero. Ma in questo caso si viene attentamente scrutinati. Cioè, si deve provare che si ha esperienza e formazione nel settore in cui si intende investire, si deve dimostrare di avere (o aver avuto negli ultimi anni) un’azienda nel settore e con i bilanci in ordine. Inoltre, si deve presentare un business plan (piano di sviluppo dell’attività) che verrà esaminato attentamente dagli esperti dell’immigrazione. Le probabilità di essere ammessi sono abbastanza scarse.

Al contrario, per quanto riguarda i visti sopra menzionati, si tratta di versare semplicemente le suddette quantità di denaro su di un conto di una banca australiana e con i documenti che provano il versamento si richiede il visto che, guarda caso, non viene mai negato. In pratica, oggi giorno non sono più solo le singole persone a prostituirsi per denaro; lo fanno anche gli stati!

14 novembre 2014

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Australia facilita visto di residenza ai ricchi
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...