mercoledì 13 agosto 2014

Investire in Spagna: Un’idea in tempo di crisi



Alcuni giorni fa io e mia moglie siamo stati a Madrid per ritirare l’omologazione del titolo universitario di mia moglie. Alloggiavamo in un albergo fuori dal centro, vicino all’aeroporto di Barajas, e per recarci in centro negli uffici del Ministero dell’Educazione utilizzavamo la metropolitana. Comoda, efficiente e soprattutto economica.

Alla sera, non avendo mezzo di trasporto proprio, uscivamo dall’albergo a piedi per fare due passi nei dintorni. Il lunedì sera, usciti con l’intenzione di trovare un posto economico dove cenare, siamo entrati in un centro commerciale dove al piano superiore, quello dei ristoranti, abbiamo scoperto una piacevole sorpresa (per noi che non lo conoscevamo ovviamente): una birreria in franchising che si chiama 100 Montaditos.

Cos’ha di particolare questa birreria direte voi? Bene, che secondo me potrebbe rappresentare un idea interessante per chiunque desideri avviare un attività commerciale nel settore della ristorazione in Spagna e anche nelle isole Canarie.

Il locale era abbastanza grande ma il servizio molto spartano. Una sorta di birreria self service. In pratica, al tavolo trovi un menù nel quale sono elencate le offerte del giorno. Da considerare che. trattandosi di una birreria, naturalmente la bevanda principale è la birra. Un boccale di birra alla spina da mezzo litro costa sempre e solo 1 euro.

A questo si può aggiungere un piatto misto di pinchos (mini panini in stile happy hour) sufficiente per due persone al prezzo di 6 euro nei giorni più affollati e di 1 euro in quelli cosiddetti morti. Con un altro euro aggiungi a scelta, patatine fritte o insalata.

Insomma, il primo giorno, abbiamo speso in totale 4 euro e abbiamo bevuto 1 litro di birra alla spina e mangiato a sufficienza in due, mentre che l’ultima sera prima di partire trattandosi di fine settimana abbiamo bevuto e mangiato spendendo 8 euro in due.

Credo che in questo momento di crisi economica, oltre al fatto di valutare molto attentamente il tipo di attività commerciale che si intende avviare per verificare che potenziale ha nel territorio, si deve anche tenere presente che, almeno in un territorio come quello delle isole Canarie dove il cliente tipo è il turista squattrinato che alloggia all inclusive, il surfista sempre squattrinato o il locale che è abituato a spendere molto poco, non si può pensare di avere successo offrendo menù a prezzi simili a quelli di una grande capitale del nord Europa.

Tutto qua. Desidero solo dire che, secondo me, un attività simile a questo franchising potrebbe funzionare anche in questi tempi di pesante crisi economica dato che, comunque, una cifra tra i 4 ed i 10 euro per mangiare in due è alla portata del portafoglio di molti di noi.

Per chi fosse interessato a investire in Spagna o nelle isole Canarie nel settore della ristorazione, può contattare il franchising cliccando in uno dei link qui sotto; il primo link è la homepage del sito, il secondo è il modulo da compilare ed inviare per ricevere informazioni. Da compilare in spagnolo naturalmente:



13 agosto 2014

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Investire in Spagna: Un’idea in tempo di crisi
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...