martedì 22 luglio 2014

Myanmar: Un paese sul quale puntare nel futuro


Myanmar

Le cose si stanno muovendo rapidamente in Myanmar, (ex Birmania), a partire da due anni fa quando il paese ha iniziato una lenta apertura .

Provate a immaginare: 50 milioni di persone che hanno sofferto un pesante embargo commerciale per tanti anni, e che non hanno mai avuto accesso a molti dei prodotti che noi diamo per scontati.

Ora, per la prima volta, c'è un importante aumento degli scambi commerciali, sia a livello di importazioni che di esportazioni. E, ovviamente, stanno iniziando ad entrare molti capitali stranieri nel paese.

Così gli abitanti del posto iniziano finalmente a sperimentare dei grandi cambiamenti nel loro paese. Non fraintendetemi, il Myanmar è ancora eccezionalmente povero, tutto scarseggia da quelle parti. Ma ora è meno povero di prima. E il trend in crescita è sotto gli occhi di tutti.

Ovviamente, come sa bene chi si occupa di investimenti, un paese come questo è molto appetibile dato che offre delle ottime opportunità di recupero del capitale investito. Il paese ha bisogno di tutto, e la principale sfida è proprio data dal fatto che in Myanmar non esiste ancora una infrastruttura sufficiente che attiri i capitali stranieri.

Il sistema bancario è praticamente inesistente. E i ritardi burocratici creano ancora enormi ostacoli per coloro che cercano di entrare a fare affari nel paese.

La scarsa infrastruttura esistente è assurdamente costosa.

Nonostante si tratti di un paese così povero infatti, data la scarsità di alloggi di qualità occidentale anche nella capitale Yangoon, la forte domanda da parte degli stranieri ha fatto lievitare i prezzi degli immobili alle stelle.
Ad ogni modo, sono talmente tanti gli affaristi stranieri che si stabiliscono nel paese per sondare il mercato, che i prezzi degli affitti degli immobili della capitale hanno raggiunto livelli impensabili.

I primi ottimi affari li stanno facendo alcuni stranieri insieme ai locali che si occupano di abbattere edifici obsoleti per edificare al loro posto delle unità abitative moderne o degli edifici commerciali. E tutto lascia intendere che questo business continuerà ancora a lungo, data la forte domanda di immobili e la scarsa offerta.

Se vi occupate di immobiliare, costruzioni e ristrutturazioni, potreste farci un pensiero, e magari valutare l’opzione Myanmar; essere tra i primi ad arrivare sul posto vi garantisce una comoda poltrona in prima fila.

Un'altra possibilità molto interessante è costituita dall'agricoltura in Myanmar

Il Myanmar è un po’ come il Cile. Si tratta di un paese che abbraccia una moltitudine di zone climatiche, che comprendono quasi tutti i diversi tipi di condizioni di crescita per le diverse coltivazioni.

Inoltre il Myanmar ha tutti e tre gli ingredienti chiave per l'agricoltura di successo: molto sole, terreni estremamente fertili e abbondanti risorse idriche.

Questa è un'opportunità davvero unica: poche persone sono alla ricerca di appezzamenti di terra in Myanmar, la maggioranza preferisce buttarsi nel settore immobiliare, e, a differenza dei prezzi degli immobili che nelle grandi città hanno raggiunto vette irraggiungibili, i prezzi di vendita dei terreni agricoli e quelli di locazione sono tuttora incredibilmente bassi.

La cosa migliore da fare a questo proposito è recarsi sul posto e verificare di persona. Il Myanmar rappresenta una nuova frontiera per gli investimenti, nulla è facile da quelle parti, ma le prospettive sono molto allettanti e le opportunità tante. Bisogna solo rimboccarsi le maniche, farsi coraggio, e andare nel paese per dare un sguardo e, quindi, passare ai fatti. Si prepara un business plan, e il gioco è fatto!

Infine, un punto deve essere ben chiaro: in Myanmar gli investitori devo essere preparati ad avere una visione nel lungo termine, cioè, non è il paese dove si possono fare molti soldi rapidamente.


22 luglio 2014

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Myanmar: Un paese sul quale puntare nel futuro
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...