lunedì 8 maggio 2017

Quanti italiani vivono in Costa Rica?

vivere in Costa Rica

La Costa Rica è uno dei paesi più amati dagli italiani che sognano di trasferirsi a vivere all’estero. Il paese centroamericano che dal 1948 non ha un esericito, ed è inoltre un esempio mondiale di difesa e conservazione dell’ambiente, ospita sul suo territorio una numerosa comunità di immigrati italiani di vecchia e nuova generazione.

Infatti, pochi sanno che i primi italiani arrivarono in Costa Rica alla fine dell’ottocento per dedicarsi alla costruzione della ferrovia che da Limon porta a San José, la capitale del paese. Si trattò di 762 uomini provenienti da Mantova che arrivarono nella Costa Rica il 12 dicembre del 1887.

Presto peró, molti di loro si resero conto che le condizioni di vita nel nuovo territorio selvaggio erano praticamente insopportabili e organizzarono quello che si considera ancora oggi il primo sciopero nazionale dei lavoratori in Costa Rica.

Dei primi arrivati, alla fine dei lavori per la costruzione della ferrovia, solo 521 decidettero di restare a tentare la sorte nel nuovo paese.

La seconda immigrazione italiana in Costa Rica iniziò dopo la Seconda Guerra Mondiale, impulsata da un militare italiano che, dopo essersi sposato con una cittadina costaricana e avere visitato il paese, decise di tornare in Italia e promuovere la Costa Rica come possibile terra promessa per chi desiderasse costruirsi una nuova vita in America.

Naturalmente, gli italiani che negli anni 50 del secolo scorso si imbarcavano alla volta della Costa Rica, non immaginavano minimamente cosa li attendeva. Pensando all’America, immaginavano forse, che fosse tutta simile alle strade di New York e Los Angeles, invece si trovarono a lottare con tutte le loro forze per costruirsi un futuro nel bel mezzo della selva pluviale centroamericana.

Oggi restano alcuni paesi costruiti da quegli italiani che sono gli unici luoghi nelle americhe dove si parla diffusamente la nostra lingua e la si studia addirittura nelle scuole. A San Vito de Coto Brus, infatti, vicino a Puntarenas nel sud della Costa Rica, gli abitanti sono quasi tutti di orgine italiana, e la seconda lingua, obbligatoria nelle scuole, è proprio l’italiano. I più anziani tra loro ricordano ancora quando arrivarono in zona credendo di trovare un paradiso, invece il paradiso lo dovettero costruire con le loro mani.

La terza ondata di immigrazione italiana nella Costa Rica


La terza ondata di immigrati italiani nella Costa Rica è iniziata nei primi anni 90 del secolo scorso e continua ancora oggi. Il paese della Pura Vida attira infatti molti pensionati, imprenditori e avventurieri vari che sognano di costruirsi una nuova vita in un paese pacifico, caldo, naturalisticamente meraviglioso dove si pagano poche tasse. Infatti, la Costa Rica è ancora considerata dalla comunità internazionale un paradiso fiscale, anche se non fa più parte della lista nera.

Secondo l’AIRE (Albo Italiani Residenti all’Estero) i cittadini italiani residenti nella Costa Rica sono 4661, stando ai dati del 2012. Tuttavia, dal 2012 sono passati alcuni anni e, inoltre, tutti sappiamo bene che molti italiani residenti all’estero prefersicono non iscriversi all’AIRE, per diverse ragioni. Vi è inoltre il problema dell’ottenimento della residenza definitiva che per molti è un problema, così alcuni di loro escono dal paese ogni tre mesi e rientrano subito per avere altri tre mesi di visto turistico.

Considerando tutti questi fattori, si può quindi ipotizzare che i cittadini italiani attualmente residenti nella Costa Rica siano il doppio di quelli censiti dall’AIRE, e che superino addirittura le diecimila unità. E se l’attuale tendenza continua, in futuro la Costa Rica sarà probabilmente, dopo Germania e Spagna, uno dei paesi che attirano il maggior numero di espatriati italiani.

Fonte: Nación

8 maggio 2017

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Quanti italiani vivono in Costa Rica?
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...