venerdì 3 marzo 2017

La California sogna l’indipendenza dagli USA

notizie

Una proposta di referendum per una California indipendente è stata presentata presso la segreteria dello stato nella capitale californiana. Se accettata, potrebbe portare al referendum con il quale si chiederà ai cittadini californiani di scegliere se la California deve continuare a far parte degli USA o se deve diventare uno stato indipendente.

Il movimento politico che sostiene la proposta, Yes California Independence Campaign, è stato autorizzato dal Segretario di Stato Alex Padilla, a raccogliere le circa 600.000 firme necessarie per mettere in campo il referendum. L'iniziativa chiederebbe agli elettori di abrogare parte della costituzione dello stato che dichiara la California una "parte inseparabile degli Stati Uniti d'America."

La modifica costituzionale proposta, dal titolo California Nationhood, chiederebbe anche agli elettori di abrogare la clausola che descrive la Costituzione degli Stati Uniti come la "legge suprema del paese." Se approvata, potrebbe portare ad un referendum già nel marzo 2019 nel quale si chiederebbe agli americani: "dovrebbe la California diventare un paese libero, sovrano e indipendente? "

L'iniziativa sostiene che il referendum dovrebbe "costituire una dichiarazione d’indipendenza dagli Stati Uniti d'America" se vengono soddisfatte due condizioni fondamentali: almeno il 50 per cento degli elettori registrati vi partecipano e almeno il 55 per cento vota “si”.

Se entrambe le condizioni sono soddisfatte, si prevede la presentazione alle Nazioni Unite di una domanda per la registrazione della "nuova Repubblica indipendente della California" come nuovo stato membro delle Nazioni Unite.

Continuare a far parte degli Stati Uniti "non serve meglio gli interessi della California," sostiene il movimento indipendentista.

"Non solo la California è costretta a sovvenzionare questo massiccio bilancio militare con le sue tasse, ma i californiani sono inviati a combattere in guerre che spesso perpetuano e favoriscono il terrorismo piuttosto che eliminarlo. L'unica ragione per cui i terroristi potrebbero voler attaccare la California è perché questa fa parte degli Stati Uniti. Non facendo più parte degli USA sarà molto meno probabile che la California sia bersaglio di ritorsioni da parte dei suoi nemici", sostengono i responsabili della campagna.

"L'America odia già la California, e l'America vota emotivamente," dice al Los Angeles Times Marcus Evans, vice-presidente di Yes California.

"Penso che avremmo i voti necessari oggi, se andassimo al voto", aggiunge.

Si devono presentare le firme valide degli elettori entro il prossimo 25 luglio per qualificarsi per il referendum di novembre 2018.

Il numero di californiani che vorrebbero l’indipendenza dagli Stati Uniti è balzato al 32 per cento, secondo un nuovo sondaggio di Reuters/Ipsos. Nel 2014, erano solo il 20 per cento.

Il sostegno a favore dell'indipendenza a quanto pare è salito alle stelle dopo l'elezione di Donald Trump nelle elezioni presidenziali di novembre.

Il sondaggio è stato realizzato in California tra il 6 Dicembre e il 16 gennaio e ha un margine di errore previsto del 5%.

Fonte: RT

3 marzo 2017

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

La California sogna l’indipendenza dagli USA
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...