lunedì 27 marzo 2017

Gli alimenti piccanti allungano la vita

dieta e salute

I cibi piccanti sono tra gli alimenti a cui prestiamo meno attenzione, ma in realtà hanno molte proprietà benefiche per la salute. È stato infatti dimostrato che il consumo frequente di alimenti piccanti contribuisce a combattere la congestione nasale e il raffreddamento, mentre sono un ottimo rimedio per regolare il peso corporeo dato che attivano il metabolismo e aiutano a sciogliere il grasso accumulato nei tessuti adiposi del corpo per espellerlo attraverso i pori della pelle. I cibi piccanti sono anche efficaci nella lotta contro il cancro grazie all’elevato contenuto di antiossidanti.

Tuttavia, uno dei benefici maggiori per la salute consiste nel fatto che contribuiscono ad aumentare la nostra aspettativa di vita. Almeno questo è il risultato di un recente studio condotto presso il Larner College of Medicine dell'Università del Vermont, negli Stati Uniti.

Come gli alimenti piccanti incrementano l'aspettativa di vita?


Lo studio, pubblicato sulla rivista PLoS One, ha analizzato i dati provenienti da oltre 16.000 americani forniti dal National Health and Nutritional Examination Survey, un programma progettato per valutare le abitudini alimentari e la salute della popolazione degli Stati Uniti. I ricercatori hanno inoltre analizzato il numero di morti verificatesi durante 18,9 anni, e le loro cause.

In questo modo hanno scoperto che le persone che consumavano regolarmente peperoncino rosso, uno dei più diffusi alimenti piccanti, tendevano ad avere meno colesterolo nel sangue e correvano un rischio minore di soffrire di disturbi cardiaci e ictus. Anche se il dato più interessante fu che le persone che consumavano regolarmente peperoncini piccanti mostravano una riduzione del 13% della mortalità, soprattutto quella causata da malattie cardiache e cerebrovascolari.

Le cause di questo effetto protettivo non si conoscono con esattezza, ma i ricercatori affermano che l’effetto potrebbe dipendere dai canali dei ricevitori del potenziale transitorio, che sono una specie di recettori primari per alcuni degli elementi presenti nel peperoncino piccante, come la capsaicina.

A questo proposito, è stato dimostrato che la capsaicina, il componente principale del piccante, è coinvolto in vari processi cellulari che contribuiscono a ridurre l'obesità, mentre regola il flusso coronarico. La capsaicina è anche nota per le sue proprietà antimicrobiche, in modo tale che può anche considerarsi un ottimo alleato per affrontare diverse malattie croniche, il che non solo permetterebbe di vivere più a lungo, ma anche di migliorare la qualità della vita.

27 marzo 2017

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Gli alimenti piccanti allungano la vita
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...