mercoledì 4 gennaio 2017

L’iPhone verrà prodotto solo da robot. Foxconn comunica che inizia il piano per sostituire tutti i lavoratori con le macchine

posti di lavoro

Sono già alcuni anni che gli addetti ai lavori, professionisti dell’automazione e ricercatori nel campo dell’intelligenza artificiale, cercano in tutti i modi di farci capire che nel futuro dell’umanità non ci sarà più lavoro, al contrario, si perderanno progressivamente milioni di posti che verranno sostituiti da macchine sempre più efficienti e “intelligenti”.

Ebbene, ora si inizia a passare dalle parole ai fatti. Non che non si fosse già iniziato, ma quando l’annuncio viene da parte di una delle fabbriche più importanti del mondo, la Foxconn appunto, allora fa notizia. Infatti, la fabbrica cinese specializzata nella produzione di smartphone (sono loro che producono gli iPhone per conto di Apple), annuncia che ha iniziato il processo per sostituire tutti i suoi lavoratori con i robot.

Naturalmente questo processo non sarà immediato, l’obiettivo a breve è di sostituire il 30% della forza lavoro entro il 2020 e quindi continuare progressivamente fino a alla sostituzione di un milione di lavoratori con le macchine.

La trasformazione della produzione avverrà in tre fasi, la prima prevede che gli stessi lavoratori produrranno i robot che andranno a sostituire il lavoro manuale, e in questa prima fase verranno eliminati solo i posti di lavoro in cui si svolgono le attività più pesanti, pericolose e dannose per la salute. La seconda fase prevede l’ottimizzazione del lavoro delle macchine e delle linee di produzione automatizzate. La terza e ultima, è quella che vedrà le macchine prendere il sopravvento e sostituire tutti la voratori, ad eccezione di pochi impiegati che si dedicheranno alla supervisione e alla prova dei prodotti finiti.

La notizia interessante è che, secondo quanto pubblica il sito cinese DigiTimes, diverse fabbriche della Foxconn sono già entrate nella terza fase. Tuttavia, uno dei responsabili del processo di automazione cerca di tranquillizzare gli animi affermando che indipendentemente dal livello di evoluzione dell’automazione stessa, gli umani non potranno mai essere sostituiti in toto, dato che solo noi abbiamo la flessibilità e la capacità di passare da un compito all’altro con estrema rapidità.

Ad ogni modo, la notizia è comunque di quelle che fanno riflettere. Foxconn ha una capacità produttiva enorme, basti pensare che produce oltre 500 mila iPhone al giorno, e non si occupa solo di telefonia ma è anche leader nella produzione di dispositivi tecnologici per la medicina.

Se le aziende cinesi hanno iniziato il processo che le porterà all’automazione definitiva della produzione, i concorrenti nel resto del mondo dovranno iniziare a fare lo stesso, dato che se prima era difficile competere con i bassi salari e le condizioni di lavoro disumane, ora sarà praticamente impossibile competere con le macchine.

Insomma, nel futuro dell’umanità si prospetta certamente la fine del lavoro così come lo abbiamo conosciuto fino ad ora. Saremo in grado di raccogliere la sfida e lavorare tutti insieme per creare una nuova società e una nuova economia che garantiscano una vita dignitosa a tutti? Se non iniziamo a pensarci fin da ora avremo dei problemi molto seri... di nuovo, auguri di un felice 2017 a tutti!

Fonte: DigiTimes

Fonte: Xataca


4 gennaio 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

L’iPhone verrà prodotto solo da robot. Foxconn comunica che inizia il piano per sostituire tutti i lavoratori con le macchine
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...