mercoledì 7 dicembre 2016

Una vacanza a Tenerife a novembre

Auditorium Tenerife

Siamo appena tornati da una settimana di vacanza a Tenerife, l’isola più conosciuta e popolata delle Canarie e a continuazione vi racconto la nostra impressione, tenendo presente che veniamo dall’isola più tranquilla e meno popolata, Fuerteventura.

L’arrivo all’aeroporto di Tenerife nord è stato come un balsamo per gli occhi. Provenendo da un’isola deserta dove non piove quasi mai è piacevole vedere dall’alto le colline verdi, gli alberi e la vegetazione subtropicale. Ma questo significa anche che in questa zona piove molto più che nel resto delle isole.

Infatti, in seguito non abbiamo praticamente avuto giorno in cui non sia piovuto. Purtroppo avevamo affittato un casa con Airbnb nel nord di Tenerife, per risparmiare, e abbiamo pagato caro l’errore. L’appartamento era ricavato in un garage seminterrato e, data la pioggia, era molto umido, quasi invivibile. Primo consiglio quindi, se non volete ritrovarvi in un clima irlandese senza riscaldamento in casa, quando prenotate la vostra vacanza a Tenerife evitate la parte nord dell’isola, sprattutto da ottobre ad aprile. È preferibile la parte sud est, da Arico ad Adeje.

Ma il clima, direte voi, si può prevedere fino ad un certo punto. Se hai scelto una settimana piovosa non significa che sia sempre così. E questo è vero. Quello che invece non cambia è sicuramente il traffico. Infatti, le strade del nord di Tenerife, tra Santa Cruz, Tegueste e Puerto de la Cruz, sono perennemente intasate di traffico. Quindi, se non desiderate ritrovarvi tutti i giorni in “circonvallazione a Milano” nelle ore di punta, evitate di noleggiare un auto al nord e visitate la capitale, Santa Cruz, solo la Domenica.

Ad ogni modo, la capitale Santa Cruz è una città molto bella, pulita e ordinata. In centro è molto verde e ha una zona pedonale immensa ricca di negozi e locali. A chi viene dalla deserta Fuerteventura, fa una certa impressione imbattersi in alberi secolari, alti e verdi, in ogni angolo della città. Anche le altre località del nord sono altrettanto interessanti. Il paesaggio ricorda molto la Liguria, con le strade sul mare e le colline verdi. In particolare spicca la città di San Cristobal de la Laguna, sede anche dell’Università.

San Cristobal de la Laguna, conosciuta semplicemente come “La Laguna”, è stata una delle prime città coloniali delle Canarie e il suo centro storico ha ispirato quelli di città americane come l’Avana a Cuba, Cartagena in Colombia e molte altre. Il centro storico della Laguna è pedonale e ricco di locali, ristoranti e caffè dove si può sorseggiare un “cortado” (caffè con un poco di latte) o pranzare per pochi euro.

Se non fosse per il clima orribile il nord di Tenerife è sicuramente la parte più bella e autentica di tutta l’isola. Quindi, se avete pensato di trasferirvi a vivere a Tenerife avete capito che è meglio evitare la parte nord dell’isola, se non volete passare l’inverno sotto la pioggia e al freddo.

Per chi vive alle Canarie, ma non a Tenerife, sicuramente il nord dell’isola è il paradiso dello shopping. Come residenti è possibile approfittare di voli scontati al 50% (a partire da 40 euro andata e ritorno), che da Fuerteventura durano 50 minuti. Nelle zone commerciali di Tenerife si trovano ogni sorta di negozi e grandi magazzini dove potrete trovare tutto ciò che vi serve spendendo molto poco.

La capitale Santa Cruz non ha spiagge belle di sabbia bianca come quelle di Las Palmas, ad eccezione di Las Teresitas che però non si trova in città. In compenso, accanto all’auditorio di Santiago Calatrava, si trova il parco acquatico Las Cascadas, con le sue piscine con acqua di mare, e il vicino giardino botanico.

Per concludere, la zona nord di Tenerife non è sicuramente una destinazione ideale per chi desidera fare una vacanza sole e mare, ma piuttosto per visitare musei, centri storici e fare acquisti. Se cercate il caldo e il sole tutto l’anno avete capito altrettanto bene che non dovete trasferirvi a vivere nel nord dell’isola di Tenerife. Nei prossimi post vi racconterò un poco del resto dell’isola.

7 dicembre 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Una vacanza a Tenerife a novembre
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...