venerdì 9 dicembre 2016

Vacanza a Tenerife: da Puerto de la Cruz a Garachico

Icod de los Vinos

Il secondo giorno a Tenerife ci porta alla ricerca del sole, ci siamo alzati alle 7 e a Tegueste pioveva a dirotto, così abbiamo guardato le previsioni del tempo e siccome l’unica parte dell’isola dove non avrebbe dovuto piovere era quella a nord-ovest, siamo saliti in macchina e siamo andati n quella direzione.

Naturalmente, dato che non amiamo le località turistiche affollate di resorts, questa è stata in assoluto per noi la zona più bella di Tenerife. La strada che va verso Icod de los Vinos e Garachico offre panorami bellissimi, con il mare sempre da un lato e la montagna dall’altro.

Puerto de la Cruz, le seconda città per grandezza dell’isola, è moderna e turistica, ma non tanto come gli orribili agglomerati del sud, Los Cristianos, Las Americas e Adeje. Prima di Puerto de la Cruz si trova Tacoronte e quindi La Orotava. Sono entrambe zone vinicole dove si producono degli ottimi vini locali.

Proseguendo si arriva a Icod de los Vinos, un tipico villaggio canario sul fianco di una collina, e dopo seguono altre due località minori, Garachico e Buena Vista del Norte. In questa zona si incontrano diverse fincas dove si coltiva il famoso platano canario (banane).

Questa è la parte dell’isola dove vivono la maggior parte degli abitanti originari di Tenerife. Lo si comprende molto bene dal fatto che si vedono meno turisti in giro e nei ristoranti i prezzi sono decisamente più bassi. Con 18 euro a Icod de los Vinos abbiamo mangiato fino a star male, compresi caffè e chupito (digestivo locale) per due persone. Nei giorni seguenti a Los Cristianos e Adeje non abbiamo mai speso meno di 30 euro in due per mangiare piatti riscaldati e di pessima qualità, oltre che scarsi in quantità.

In questa zona non ci sono spiagge per il turismo di massa ma l’ambiente è molto più accogliente e il paesaggio è unico. Se state pensando di trasferirvi a vivere a Tenerife e siete tra quelli che non amano la ressa, e avete pochi soldi da investire, allora questa è la zona che fa per voi. Infatti, nell’area di Icod/Garachico è possibile acquistare una casa, anche singola e con molta terra, spendendo in alcuni casi anche meno di 100 mila euro. Naturalmente si tratta di immobili da ristrutturare e spesso in collina, e la terra è a terrazze come in alcune località del litorale ligure, ma qui siete a Tenerife. Qui però piove molto di più che nel sud dell’isola.

Da non perdere assolutamente sono: il centro sotrico di Puerto de la Cruz e il Lago Martiánez, dove potete fare surf nelle piscine artificiali con acqua di mare, i centri storici di Icod e Garachico e le aziende vinicole dove potrete assaggiare gli ottimi vini del posto.

Tutto sommato siamo stati fortunati, visto che a Icod de los Vinos abbiamo trovato il sole, a parte alcuni minuti di pioggerella all’arrivo. Ma all’ora di pranzo, nella parte sul mare di Icod, il sole si è stabilito definitivamente. Unico neo della giornata, una coppia di turisti italiani che si sono comportati vergognosamente nel ristorante, parlavano a voce alta, hanno cambiato tavolo tre volte e non smettevano di burlarsi del cameriere, convinti da perfetti idioti che questo non capisse cosa dicevano...

9 dicembre 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Vacanza a Tenerife: da Puerto de la Cruz a Garachico
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...