mercoledì 28 dicembre 2016

Giornata lavorativa di 6 ore in Svezia è veramente un successo?

orario ridotto

L’anno scorso la Svezia ha iniziato un esperimento che ora si è esteso al resto del paese. Ridurre le ore di lavoro da 8 a 6 senza toccare il salario. E secondo quanto si è visto, l’esperimento sembra essere stato un successo. Lavorare sei ore al giorno ha dimostrato di avere molti vantaggi tra i quali:

1. Lavoratori più felici, clienti più soddisfatti

È abbastanza logico no? Se i lavoratori hanno più tempo libero per fare ciò che gli piace, quando sono sul lavoro si concentrano di più e curano meglio i clienti. E tutti siamo più felici!

2. Aumenta il numero dei posti di lavoro

Se tutti lavorano 6 ore al giorno sarà necessario assumere più lavoratori. Questo però non farà piacere alle aziende che dovranno aumentare i loro costi, a meno che non aumenti anche la produttività, ma in questo caso non si creerebbero molti posti di lavoro. Questo vantaggio millantato dagli svedesi non sembra poi così reale, sembra piuttosto una sorta di spada di damocle.

3. Maggiore produttività e maggiore concentrazione sul posto di lavoro

Se la giornata lavorativa si riduce a 6 ore si è obbligati a portare a termine i progetti in un tempo ridotto, così aumenta la produttività. Una giornata lavorativa di sole 6 ore è anche meno faticosa e stressante, così aumenta indubbiamente la concentrazione.

4. Meno congedi di malattia e meno stress

Lo stress continuo, si sa, indebolisce le difese immunitarie, così siamo più inclini ad ammalarci. Lavorando solo sei ore al giorno, in teoria, lo stress dovrebbe essere minore, e di conseguenza ci si ammala di meno.

5. Più tempo libero con lo stesso salario, significa più denaro e tempo libero per spendere di più

L’ultimo vantaggio è che con lo stesso salario, ma con più tempo libero a disposizione, le persone sono motivate ad acquistare più prodotti e servizi impulsando così la crescita economica. Questo mi sembra un concetto forzato. Con più tempo libero a disposizione le persone, quelle mature, tendono a fare ciò che gli piace, che non è necessariamente passare il tempo ad acquistare cose di cui non hanno assolutamente bisogno.

Insomma, l’avanzata della tecnologia e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale elimineranno milioni di posti di lavoro nei prossimi anni. Tuttavia, non è credibile pensare che per risolvere il problema basti ridurre le ore lavorative da 8 a 6. L’unica soluzione praticabile è quella del reddito universale per tutti, finanziato con il solito meccanismo del debito o con un intervento radicale sull’economia che cambi drasticamente l’utilizzo di quello “strumento” che fino ad oggi abbiamo chiamato denaro.

Fonte: Muhimu
28 dicembre 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Giornata lavorativa di 6 ore in Svezia è veramente un successo?
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...