martedì 1 novembre 2016

Vado a vivere a Capo Verde, cosa trovo?

trasferirsi a Capo Verde

Capo Verde è una delle tante destinazioni scelte dai pensionati europei, e quindi anche italiani, come seconda residenza. Quindi, così come è avvenuto per le Canarie e per altre destinazioni simili, anche su Capo Verde si trovano tanti siti stranieri e italiani che fanno pubblicità gratuita all’arcipelago.

Ma naturalmente, dato che molte delle persone che gestiscono questi siti vivono proprio di questo, cioè delle commissioni che italiani e stranieri pagano per le loro consulenze o delle provvigioni sulla vendita di case, forse le loro opinioni non sono proprio così obiettive.

Le domande sono: come sono le isole di Capo Verde? Come si vive a Capo Verde? Come va l’economia di Capo Verde?

Un giornalista spagnolo specializzato in isole, che ha visitato e vissuto nelle isole più remote e diverse del mondo, è stato recentemente anche a Capo Verde e questa è stata la sua impressione.

“Capo Verde non è nè un capo e tantomeno è verde, è un arcipelago di 10 isole che sembrano piuttosto un pezzo di deserto del Sahara nell’oceano. È un paese accogliente pieno di gente buona, ed è il posto ideale per fare una prima incursione in Africa, dato che si tratta di un paese africano.

Capo Verde è un paese povero, dato che ci sono più capoverdiani all’estero che in patria, 500 mila contro i 400 mila residenti. Ovvio quindi che non c’e lavoro nelle isole. E i residenti vivono in buona parte delle rimesse degli emigrati, e amano ostentare abbigliamento occidentale, telefonini e mercedes di seconda mano.

Per anni le agenzie turistiche hanno tentato di vendere Capo Verde come destinazione di sole, mare, spiaggia e hotel di lusso. Ma a Capo Verde non ci sono spiagge caraibiche, mare tranquillo e caldo e resort di lusso, se è questo che cercate scordatevelo.

La bellezza di Capo Verde si trova nella sua gente, gentile e allegra, oltre che bellissima. Notevolmente belli sono infatti i mulatti e le mulatte delle isole, ed è un piacere vederli ballare la morna, la funaná e la coladeira.

Chi arriva per la prima volta a Capo Verde atterra sicuramente a Sal, l’isola principale, un pezzo di deserto bruciato dal sole e spazzato dai venti, dove l’unico sport praticabile in mare è il surf con le sue varianti, windsurf e kitesurf.

Le altre isole interssanti sono Sao Vicente, Santo Antao e la Isla do Fogo. A Santo Antao recentemente, a settembre, le piogge torrenziali che non si vedevano dal 1980, hanno causato enormi danni ed è stato dichiarato lo stato di calamità nazionale. Il cambiamento climatico fa sentire i suoi effetti anche a Capo Verde”.

Commento di chi ha vissuto a Capo Verde


Alla fine dell’articlo ci sono i commenti dei lettori, Tra questi, anche quello di uno spagnolo che ha vissuto sei anni a Capo Verde. Questo è il suo commento: “Capo Verde non è assolutamente un paese sicuro. La disoccupazione è altissima, la sanità inesistente e il settore primario (pesca) definitivamente paralizzato. Il Governo vive delle tasse altissime applicate alle importazioni e degli aiuti della comunità internazionale, e gli abitanti delle rimesse degli emigrati all’estero. Queste isole sono a mille anni luce dall’arcipelago delle Canarie in quanto a destinazione sicura e di qualità, tanto che la catena di alberghi RIU consiglia esplicitamente ai clienti di non uscire dall’albergo per non correre dei rischi. Sconsiglio nel modo più assoluto di andare a vivere a Capo Verde o anche solo di andarci in vacanza”.

Fonte: El País

1 novembre 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Vado a vivere a Capo Verde, cosa trovo?
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...