lunedì 21 novembre 2016

Come si combattono i paradisi fiscali? Semplice, diventando uno di essi!

pagare le tasse in Italia

Nei giorni scorsi, leggendo il Corriere ci si poteva imbattere in una notizia particolarmente intrigante. Il titolo era: “Spunta la norma acchiapparicchi. Tassa fissa per chi si trasferisce in Italia”.

Si tratta di una norma inserita nella nuova legge di bilancio che offre ai ricchi stranieri la possibilità di pagare una tassa fissa. Un forfait annuale di 100 mila euro, se decidono di trasferire la residenza in Italia e di mantenerla per almeno 9 anni consecutivi.

Insomma, di questi tempi, in cui sembra che uno dei principali problemi dei paesi in crisi sia proprio la fuga di capitali e imprese verso i paradisi fiscali, il governo italiano ha la brillante idea di presentare una legge ad hoc per trasformare il paese in un paradiso fiscale, senza mezzi termini.

Anzi, non un paradiso fiscale per tutti. No, per carità! Solo per i ricchi stranieri che possono permettersi di pagare 100 mila euro al’anno di irpef.

Infatti, questa norma è stata denominata “acchiapparicchi” proprio perchè per beneficiarne è necessario avere un reddito annuale di tali dimensioni per cui pagare un’imposta fissa di 100 mila euro risulti conveniente. Ma al mondo, lo sappiamo bene, sono tanti gli imprenditori, liberi professionisti e imprese che hanno redditi elevati e portrebbero essere interessati a questa proposta.

Così, invece di combattere l’evasione fiscale nel paese il nostro simpatico governo ha deciso di “incentivare” l’evasione degli stranieri rispetto ai loro paesi d’origine. Come dire, “venite qui da noi che si paga meno tasse”, cosa che offrono fondamentalmente tutti i paradisi fiscali.

Ma almeno, nei paradisi fiscali seri l’offerta di pagare meno tasse vale per tutti, nuovi arrivati (stranieri) e cittadini nati nel paese. La norma italiana sembra invece studiata ad hoc per fomentare discriminazione e razzismo. Se sei italiano e guadagni tanto ogni anno peccato pe te, continui a pagare secondo i vecchi e consolidati scaglioni irpef di sempre. Se non ti sta bene fai pure le valige e trasferisciti a vivere a Panama o dove preferisci.

Se sei straniero invece, e guadagni molti soldi, trasferisciti a pure vivere in Italia che con un’imposta flat di 100 mila euro annuali te la cavi. Unico requisito, devi mantenere la residenza nel Bel Paese per almeno nove anni. Pensa che sacrificio, ti toccherà mangiare lasagna, pizza, tortellini e bere chianti per tutto il tempo!

Che dire! Complimenti al legislatore, quello italiano naturalmente.

Fonte: Corriere della Sera

21 novembre 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Come si combattono i paradisi fiscali? Semplice, diventando uno di essi!
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...