venerdì 14 ottobre 2016

Sempre più inglesi alle Canarie, nonostante il Brexit

Brexit

Nonostante le profezie nefaste dei soliti gufi, che dopo il referendum a favore del Brexit avevano pronosticato un drastico calo del turismo inglese che visita la Spagna, i dati confermano invece un forte incremento nelle prenotazioni di vacanze alle Canarie da parte di cittadini britannici.

Infatti, secondo quanto pubblica il quotidiano La Provincia, la prossima stagione invernale 2016/2017 farà registrare il tutto esaurito alle Canarie, proprio grazie agli inglesi. Si legge infatti che rispetto all’anno precedente si è avuto un incremento del 46% delle prenotazioni di inglesi che hanno scelto di passare una vacanza nelle isole il prossimo inverno.

E anche per l’estate 2017 le cose non vanno per niente male, visto che sono il 26% in più gli inglesi che verranno alle Canarie la prossima estate. E a questo proposito si può ben dire: “alla faccia del Brexit”, visto che stando alle recenti dichiarazione del nuovo primo ministro inglese Teresa May, già in primavera verrà messo in atto il processo che porterà il Regno Unito fuori dalla UE.

Per ora quindi, la prospettiva del Brexit e la svalutazione della sterlina non hanno influito negativamente sul turismo britannico diretto alle Canarie, anzi, le cose vanno molto meglio. E anche se nel medio e lungo periodo potrebbe darsi che si registri una riduzione del numero dei visitatori inglesi alle Canarie, i responsabili della promozione delle isole all’estero fano sapere che grazie ai nuovi mercati già consolidati sarà possibile sostituire tranquillamente i cittadini di Sua Maestà con quelli di altre destinazioni, senza problemi.

Insomma, se vi siete trasferiti a vivere alle Canarie e avete avviato un’attività nelle isole, non vi preoccupate. Il trend economico positivo delle isole promette di mantenersi ancora per molto tempo, anzi, annuncia di crescere esponenzialmente.

Fonte: La Provincia

14 ottobre 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Sempre più inglesi alle Canarie, nonostante il Brexit
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...