lunedì 11 luglio 2016

Vivere nella Riviera Maya, dove i Maya non hanno accesso alle spiagge

Riviera Maya

La Riviera Maya nella penisola dello Yucatan è uno dei luoghi naturali più belli del mondo, chilometri di spiagge di sabbia bianca nel mar dei Caraibi, rigogliose foreste e Cenotes, attirano ogni anno milioni di visitatori da tutto il pianeta.

Tuttavia, chi sta meditando di trasferirsi a vivere a Cancun o Playa del Carmen, deve sapere che in barba alle norme nazionali, le spiagge della Riviera Maya sono in gran parte concesse in uso privato ai proprietari dei grandi alberghi, così che se gli abitanti originali della zona, i Maya appunto, decidono per esempio di passare una domenica pomeriggio in una spiaggia pubblica sul mar dei Caraibi, avranno dei problemi nel tentativo di accedere al mare.

Questo è quanto è stato dimostrato da un gruppo di simpatici attivisti che si definiscono i “Supercivici”, che per confermare questa realtà hanno deciso di tentare la sorte e insieme ad un gruppo di abitanti originari della zona incontrarono preclusa la via di accesso alla spiaggia nella zona di Akumal.

Naturalmente, la situazione non è uguale in tutta la costa della Riviera Maya, tuttavia, i portavoce del collettivo denunciano che a causa delle maggiori concessioni che il governo ha dato agli hotel, sulle spiagge si incontrano sempre più spesso chilometri di reticolati e agenti di sicurezza privati che impediscono l’accesso al mare a chi non è cliente degli alberghi.

Con questa notizia, che va ad aggiungersi alla questione “sicurezza nella Riviera Maya”, la Riviera Maya assume sempre più nettamente i contorni di una destinazione nella quale non mi piacerebbe mai vivere. Qui da noi, nelle isole Canarie, gli hotel hanno concessioni di pochissimi metri sulle spiagge che sono libere ovunque, aperte a tutti e addirittura naturiste nella maggior parte dei casi.

Certo, il mare delle Canarie è più agitato e freddo di quello caraibico, ma la civiltà e il rispetto delle persone non hanno prezzo. E le nostre isole sono ampiamente premiate sotto questo aspetto, dato che negli ultimi tre anni il numero dei turisti che visitano le Canarie è cresciuto a tal punto da rendere l’arcipelago la Comunità Autonoma più visitata di tutta la Spagna e una delle destinazioni più gettonate in Europa.

Fonte: Noticaribe

11 luglio 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Vivere nella Riviera Maya, dove i Maya non hanno accesso alle spiagge
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...