venerdì 26 febbraio 2016

Terremoto a Fuerteventura a gennaio 2016

El Cotillo

Alla fine del mese di gennaio si sono registrate una serie di scosse sismiche di bassa intensità nella zona nord dell’isola di Fuerteventura. Le scosse che non superavano mai i 3,3 gradi della scala richter, si sono sentite particolarmente nella zona nord ovest, nella località di El Cotillo.

Alla richiesta di chiarimenti da parte degli abitanti, gli esperti dell’Istituto Geografico Nazionale IGN, hanno risposto che si tratta di normali movimenti di assestamento dell’isola. La Rete Sismica Nazionale ha riscontrato che l’epicentro dei movimenti sismici era in entrambi i casi in mare aperto, a più di dieci chilometri di profondità.

Gli esperti dell’IGN ricordano che Fuerteventura è la più antica delle isole Canarie e inziò a formarsi per effetto dell’eruzione di tre vulcani circa 70 milioni di anni fa, emerse in seguito dal livello del mare circa 17 milioni di anni fa. Da allora l’attività vulcanica è cessata definitivamente.

Si ritiene perciò che le lievi scosse sismiche registrate nelle passate settimane siano dovute al normale assestamento dell’isola e non costituscano preoccuazione alcuna. L’unico terremoto di una certa rilevanza che i locali ricordano tuttora fu quello del 1915, ebbe un’intensità di 4,4 gradi sulla scala richter. Anche allora, nonostante gli edifici fossero in condizioni molto precarie, si riscontrarono solo alcune lievi fessure nella chiesa di Nuestra Señora de Regla a Pajara.

Insomma, se state pensando di trasferirvi a vivere a Fuerteventura non vi preoccupate più di tanto, il territorio majorero è molto più sicuro e stabile della penisola italiana e del resto delle isole Canarie.

Fonte: La Provincia

26 febbraio 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Terremoto a Fuerteventura a gennaio 2016
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...