mercoledì 13 gennaio 2016

Comprare casa e trasferirsi a vivere in America Latina


Tutta l’America Latina, incluso il Messico, è spesso ogetto di pregiudizi e/o illusioni che non rispecchiano la realtà. Va detto anche che la realtà, in senso stretto, è sempre soggettiva e dipende molto dalle esperienze personali e quindi non è facile disegnare un quadro preciso e costante nel tempo della realtà latinoamericana.

Per esempio, per anni abbiamo sentito dire che in Amerca Latina il costo della vita è molto basso e le case costano pochissimo. In questo modo si è alimentato il mito secondo cui oggi se sei stanco e vuoi mollare tutto e fuggire all’estero, con poche migliaia di euro puoi rifarti una vita da qualche parte in un paese qualsiasi in un area che va dai Caraibi al Centro America passando per Messico, Brasile, etc.

Purtroppo non è più così, e forse non lo è mai stato. Personalmente credo che questa visione dipenda dalla necessità che tutti abbiamo di credere, a livello inconscio, che esista sempre un posto nella geografia del pianeta nel quale tutto è più facile, bello, semplice, economico e perfetto per noi.

Tuttavia, anche se è vero che in America Latina si possono incontrare ancora opportunità che ormai dalle nostre parti non esistono più, è anche vero che esiste sempre il rovescio della medaglia. E comunque, in tutti i casi, è sempre necessario capire che qualunque sia la nostra scelta, deve sempre essere supportata da duro lavoro, investimento economico, tempo ed energie e le competenze necessarie.

Comprare casa in Costa Rica, Panama o Messico


Tuttora paesi come Costa Rica, Panama e Messico, restano tra le destinazioni preferite da molti occidentali che sognano di cambiare vita, e anche editori prestigiosi come International Living e altri, continuano ad annoverarli tra le mete consigliabili per chi desidera trasferirsi all’estero in un paese economico, tranquillo e promettente.

Tuttavia, negli ultimi anni sono cambiate molte cose. La sicurezza, per esempio, è sempre meno garantita. Il Messico, nosostante quanto affermi chi lo vende come paese sicuro in alcune aree, sta invece vivendo un aumento esponenziale dell’insicurezza su tutto il territorio nazionale.

Basti pensare che le testate online dei maggiori quotidiani locali denunciano l’aumento della criminalità, degli omicidi e dei rapimenti anche in Baja California Sur (La Paz e Los Cabos) e Yucatan (Playa del Carmen e Cancun), due enclaves che fino ad ora erano considerate sicure. E il dato più allarmante è che le forze di polizia sono sempre più coinvolte in questi fatti, a testimonianza del fatto che il sistema paese scricchiola a tutti i livelli.

Anche sul fronte del costo della vita il Messico non è più il paese del bengodi. Se è vero che fino a pochi anni fa in Messico si poteva vivere bene con pochi soldi, ora il costo della vita e degli immobili è lievitato fino a raggiungere prezzi da primo mondo, o almeno così è nelle aree più vivibili.

Per quanto riguarda Costa Rica e Panama, se è vero che si tratta di due paesi decisamente più sicuri del Messico, è altrettanto vero che trovandosi sul percorso che la cocaina fa per raggiungere il mercato nordamericano sono purtroppo anch’essi cinvolti nel fenomeno del narcotraffico con tutte le conseguenze che si possono immaginare.

Inoltre, anche in questi paesi centroamericani il costo della vita è andato lievitando negli ultimi anni a causa dell’arrivo di molti statunitensi e venezuelani benestanti (Panama), che hanno contribuito a fare impennare i prezzi degli immobili tanto che a Panama City è ormai praticamente impossibile trovare un appartamento con due camere in una buona zona per meno di 120 mila dollari.

Nella Costa Rica i prezzi degli immobili sono ancora più cari che a Panama, tanto che sulla costa Pacifica del Guanacaste, case e appartamenti sono molto spesso più cari che nella stessa California USA. Per incontrare degli immobili a buon mercato nella Costa Rica è necessario ora spostarsi all’interno del paese.

Lavorare in Costa Rica, Panama e Messico


Se è vero che il costo della vita in America Latina è cresciuto è altrettanto vero che questi paesi sembrano godere di livelli di disoccupazione molto bassi, con cifre di poco superiori al 5%. Tuttavia, nella maggior parte dei casi ciò avviene perchè (ad eccezione di Panama che gode di un periodo di forte crescita economica) in questi paesi il numero dei disoccupati viene contato come si fa in Italia, cioè non si contano.

Chi si iscrive al centro di collocamento perchè è alla ricerca di un lavoro viene annoverato tra i disoccupati, tutti gli altri no. In realtà, in Messico e Costa Rica, ma anche altrove in America Latina, la maggior parte dei lavoratori sono precari e percepiscono salari molto bassi.

In conclusione, di questi tempi è consigliabile pensarci molto bene prima di decidere di trasferirsi a vivere in Messico, Costa Rica o Panama. È sempre raccomandabile fare un viaggio esplorativo sul posto per verificare di persona le condizioni, ed è sempre opportuno disporre di risorse economiche da investire magari per avviare un’attività imprenditoriale autonoma.

13 gennaio 2016

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Comprare casa e trasferirsi a vivere in America Latina
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...