giovedì 5 novembre 2015

Come scegliere la città migliore in cui trasferirsi a vivere

rio de janeiro

Ciò che fa di una città una destinazione attraente per chi desidera trasferirsi all’estero è in parte la solidità della sua economia, ma ci vuole molto di più di una buona economia per fare di una metropoli un luogo ideale in cui vivere.

Si tratta di una combinazione di opportunità di lavoro, ambiente vivace, una buona qualità della vita, e la "sensazione" soggettiva che la rende una meta desiderabile. Per molti espatriati, ciò che viene percepito come "qualità della vita" è estremamente importante e comprende tutto ciò che rende una città un luogo piacevole in cui vivere, dal costo generale della vita, il cibo, l’alloggio, i trasporti, arte e cultura, il tempo libero, le opportunità educative, il clima, la posizione geografica, l'assistenza sanitaria e la sicurezza, ecc.

Ciò che fa di una città un posto ideale in cui vivere non dipende solo dai vostri interessi e dallo stile di vita che conducete, ma anche dalla vostra età, dallo stato di famiglia, così come gli obiettivi professionali e formativi. In sintesi, nella maggior parte dei casi, la scelta della città ideale in cui trasferirsi a vivere dipende molto di più da dal mix di esperienze positive rispetto alla qualità della vita che offre piuttosto che dai freddi dati tecnici ed economici.

Non ci sono criteri oggettivi assoluti per determinare se una città è perfetta per viverci. Anche se può essere utile fare riferimento agli indici di sviluppo e di benessere e la qualità delle infrastrutture. Trovare la città ideale in cui trasferirsi a vivere è più una questione di gusti personali combinata con la vostra situazione attuale e le opportunità di cui disponete.

Per esempio, alcuni trovano che Rio de Janeiro sia una città rumorosa, caotica e congestionata, ma è anche una città dove ci si può divertire all’infinito e con una atmosfera culturale molto eccitante. D’altra parte una città come Auckland, in Nuova Zelanda, non offre certamente l'emozione di Rio de Janeiro, ma è una città sicura e tranquilla è spesso viene menzionata tra le prime dieci città più vivibili del mondo.

New York e San Francisco sono entrambi città che hanno molto da offrire, ma sono inaccessibili dal punto di vista economico per la stragrande maggioranza, i quartieri residenziali e il costo della vita sono tra i più alti al mondo, i primi anni di scuola per i propri figli costerebbero mediamente quanto l’intero corso universitario in un’altra città. Tuttavia, alcuni sono disposti a fare di tutto per permettere alla propria famiglia di vivere nell’ambiente culturale che solo queste due destinazioni possono offrire.

Prima di scegliere la città ideale in cui trasferirvi a vivere chiedetevi:


- Preferite la cucina etnica o i ristoranti a 3 stelle?
- Musica rock, pop oppure opera e musica classica?
- Una città con parchi e verde o con una vita dinamica nelle strade?
- Una città con una vibrante vita notturna?
- Deve essere una città storica con un’architettura importante?
- Deve avere degli animati mercati all’aperto dove acquistare prodotti biologici?
- Energica e futurista o rilassata e spirituale?
- Pulita e ordinata o inquinata e caotica?
- Vi interessa l’attitudine dei locali verso gli stranieri?
- Desiderate farvi una famiglia sul posto o portare con voi la vostra?

Forse la città che state cercando deve avere un mix di tutte le caratteristiche indicate sopra, ma in ogni caso, i requisti che dovreste cercare nella città ideale in cui trasferirvi a vivere, dovrebbero essere i seguenti:

- Costo della vita
- Aloggio
- Cibo
- Educazione e servizi per l’infanzia (se aete figli o desiderate averne)
- Infrastrutture,Trasporti
- Cultura e tempo libero: teatro, cinema, concerti, musei, ristoranti, eventi
- Ambiente, atmosfera, bellezza, fascino storico
- Clima
- Attività fisica
- Ambiente naturale, attività all’aria aperta
- Sanità
- Sicurezza
- Shopping e stile di vita
- Posizione geografica

Di seguito nei rispettivi link potrete trovare indicazioni utili sul costo e la qualità della vita nelle diverse città: The Economist, Mercer, Monocle, Numbeo.

Le 11 migliori città in cui trasferirsi a vivere


Amsterdam - canali, biciclette e locali glamour permettono di vivere in modo rilassato

Auckland - unisce la bellezza delle isole polinesiane allo stile di vita occidentale

Barcellona – più vivace e dinamica che mai, locali alla moda e una meravigliosa architettura che la rendono da sempre la città preferita dai giovani di mezzo mondo

Madrid - è leggermente sottovalutata, con il suo museo del Prado, bar di tapas e ristoranti e locali notturni per una movida infinita da fare impallidire città come New York

Buenos Aires – rimane ancora la "Parigi del Sud America", offre una eccitante movida notturna, vita di strada, librerie, e caffè alla moda

Lisbona - una città con una storia ricca e vicoli storici stretti e tortuosi nei quali perdersi, una delle destinazioni europee meno conosciute

Monaco di Baviera - un melting pot ricco di cultura mescolato con la migliore birra lager

Berlino - è un'altra opportunità eccellente per il suo carattere multiculturale

Parigi - una città unica e sempre affascinante con i suoi caffè, i venditori di libri lungo la Senna, i musei di fama mondiale, le brasserie e le panetterie che sfornano la storica baguette

Praga – una birra incredibile, gente simpatica, e un centro storico degno di una fiaba

Vancouver – la migliore città del Canada inserita in un contesto drammatico fatto di montagne, verdi isole e l’Oceano Pacifico

5 novembre 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Come scegliere la città migliore in cui trasferirsi a vivere
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...