giovedì 15 ottobre 2015

Vivere in montagna allunga la vita

panorama alpino

Una volta esisteva la famosa espressione “aria pura d’alta montagna”. E per molti anni i nostri antenati hanno sempre creduto che l’aria e l’acqua di montagna avessero delle proprietà benefiche per la salute. Ma cosa c’è di vero in questo? Molto, a quanto pare, visto che recenti studi scientifici hanno dimostrato che non solo vivere in montagna significa vivere più sani, ma può anche allungare la vita.

In effetti, un piccolo dubbio mi era già venuto, precisamente da quando si dice che una delle cause dell’invecchiamento precoce è l’ossidazione cellulare che produce un aumento dei radicali liberi nel sangue. E siccome l’ossidazione è un procedimento che avviene a cause della presenza di ossigeno nell’ambiente, laddove la quantità di ossigeno è ridotta (alta montagna), in teoria il processo di ossidazione dovrebbe risultare rallentato.

In realtà non è così semplice. Anche perché altri studi hanno dimostrato che i radicali liberi non sembrano essere la causa dell’invecchiamento precoce come si supponeva. Ma il fatto che l’aria di montagna sia un toccasana e permetta di vivere più a lungo sembra proprio avere trovato una conferma scientifica.

L’Università di Washington ha infatti realizzato una serie di studi al fine di stabilire le relazioni tra l’ubicazione geografica e la salute, e ha scoperto che chi vive in alta montagna è più sano e vive più a lungo. Ma perché?

Ebbene, sembra proprio che l’aria di montagna abbia a che fare con tutto ciò.

Infatti, si è scoperto che mediamente le persone che vivono in montagna sono più magre di quelle che vivono a livello del mare. Ed è risaputo che l’obesità è un fattore di sviluppo di diverse malattie come il diabete e le malattie cardiache.

Questo sembra essere dovuto al fatto che vivere in montagna riduce l’appetito. Inoltre, il ritmo cardiaco basale di chi vive in montagna è lievemente ridotto, costringendo in questo modo l’organismo a bruciare più calorie. Ma vi è anche un’altra ragione, il fatto che la minore quantità d’ossigeno nell’aria obbliga l’organismo a sviluppare un maggiore numero di vasi sanguigni nel cuore. Oltre al fatto che tutte le cellule del corpo si adattano a funzionare con una minore quantità d’ossigeno.

Insomma, sembra proprio che i nostri vecchi avessero ragione nell’affermare che vivere in montagna allunga la vita.

Certo, c’è anche chi obietta che in montagna c’è una percentuale alta di individui sani e longevi perché chi soffre di malattie di ogni genere sceglie di trasferirsi a vivere vicino a una grande città, dove può incontrare l’assistenza sanitaria necessaria. Ed è altrettanto vero che chi vive in montagna è stimolato a fare attività fisica tutto l’anno, un ulteriore fattore di benessere.

Tuttavia, gli studi scientifici del caso hanno tenuto conto di tutti questi fattori e sembrano quindi concludere che vivere in montagna sia realmente più sano e può allungare la vita di chiunque. Dopo tutto, non è certamente un caso che le comunità dove si registra il più altonumero di ultra centenari siano proprio in alta montagna.

In conclusione, se sognate di vivere sani e molto a lungo dovreste considerare seriamente di trasferirvi a vivere in alta montagna.



15 ottobre 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Vivere in montagna allunga la vita
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...