martedì 20 ottobre 2015

Il blocco della digestione, cause e prevenzione


Il blocco della digestione è causato dalla differenza di temperatura tra la pelle e l’acqua, che genera uno choc che va a interrompere il processo digestivo. Anche se non si tratta di una problematica con conseguenze gravi per la salute può comunque causare nausea, vomito, pallore, sudorazione eccessiva e a volte la perdita di conoscenza e sarebbe quindi meglio imparare a prevenirlo.

Il blocco della digestione è un problema abbastanza comune causato soprattutto dalla scarsa conoscenza del funzionamento del corpo umano. Ma... perchè si verifica il blocco della digestione?

Il blocco della digestione, anche meglio conosciuto come colpo d’acqua o sincope da idrocuzione nella terminologia medica, è dovuto alla differenza di temperatura tra la pelle e l’acqua. Cioè, quando l’organismo non ha ancora terminato il processo digestivo e la persona entra rapidamente nell’acqua fredda, tuffandosi in piscina o nel mare, il sangue che si trova impegnato a fare funzionare l’apparato digestivo si vede obbligato a spostarsi rapidamente verso altri organi e soprattutto verso la pelle, per contrastare l’effetto del repentino cambiamento di temperatura. Proprio la improvvisa mancanza di sangue nel sistema digestivo è la causa della sincope da idrocuzione, che può essere più o meno grave.

I sintomi più comuni del blocco della digestione sono nausea e vomito. Quando il problema assume proporzioni più serie si presentano vertigini, pallore, sudorazione eccessiva e perdita di conoscenza. Anche se generalmente questa condizione trascorre senza ulteriori complicazioni, se c’è la perdita di conoscenza è importante ricevere immediatamente assistenza medica, dato che potrebbe sopraggiungere anche un blocco cardiaco.

Naturalmente è meglio fare il possibile per prevenire il blocco della digestione per evitare questi sintomi fastidiosi. E per fare questo è semplicemente sufficiente attendere un tempo minimo (tra le due ore e mezza o tre) dopo aver mangiato prima di entrare in acqua. È altresì importante che nel momento di entrare in acqua lo si faccia lentamente e gradualmente, in modo tale che il corpo vada adattandosi gradualmente alla nuova temperatura, soprattutto se si è appena fatta della attività fisica o se si è stati esposti al sole così che la superficie della nostra pelle è particolarmente calda.

Infine, il blocco della digestione può essere causato in via eccezionale anche dal consumo di gelato, granita o bevande eccessivamente fredde, soprattutto se ingeriti al termine dell’attività fisica quando si è particolarmente accaldati, in alcuni casi potrebbero provocare un rapido calo della pressione sanguigna nell’apparato digestivo e causare di conseguenza il blocco della digestione.

20 ottobre 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Il blocco della digestione, cause e prevenzione
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...