giovedì 8 ottobre 2015

In discussione legge affitti turistici alle Canarie


Come già sappiamo la proposta di legge che prometteva di regolare gli affitti turistici alle Canarie è stata rifiutata, o almeno, non è stata approvata come si attendevano i proprietari delle case e degli appartamenti privati in affitto. Ma in questi giorni, secondo quanto pubblica il quotidiano La Provincia, l’associazione dei proprietari e quella degli albergatori sono tornate alla carica.

Infatti, il 22 settembre, la Commissione Nazionale dei Mercati e della Concorrenza (CNMC) ha minacciato di portare la battaglia in tribunale se non si concede ai proprietari il diritto di affittare gli immobili per uso turistico. Ma a questa minaccia se ne è aggiunta una nuova, quella degli albergatori.

E anche se la coalizione PSOE e Coalición Canaria, che sostengono il progetto insieme al Patronato del Turismo di Las Palmas, anche lui favorevole agli affitti turistici, desiderano derogare la legge al fine di autorizzare gli affitti di appartamenti e case private nelle zone turistiche, il presidente della associazione degli albergatori Ashotel, ha affermato che se la legge venisse derogata si verificherebbe una perdita di posti di lavoro.

Il presidente degli albergatori afferma che anche gli operatori turistici e i sindacati sarebbero preoccupati per l’effetto che la legalizzazione degli affitti di case nelle zone turistiche delle Canarie avrebbe sul mercato del lavoro delle isole. Gli imprenditori alberghieri segnalano che è in corso uno sforzo importante al fine di creare nuovi posti di lavoro e legalizzando gli affitti turistici di privati lo si renderebbe vano.

Questo è quanto affermano le parti in causa. Tuttavia, secondo la mia opinione, le scuse avanzate dal settore alberghiero sono del tutto infondate. Secondo stime dello stesso Patronato del Turismo almeno il 38% dei turisti che visitano le Canarie alloggia in case private. Nel contempo, l’aumento del numero dei voli e la pubblicità che i diversi Patronati del Turismo delle isole Canarie hanno fatto in tutta Europa, hanno ottenuto che almeno da due anni a questa parte gli alberghi delle Canarie registrano il pieno assoluto per la maggior parte dell’anno.

Questo significa che c’è spazio per entrambi e che anzi, se la promozione turistica delle isole all’estero continua con la stessa efficacia, molto presto sarà necessario costruire nuovi immobili (alberghi e case private) per soddisfare la crescente domanda. Per ora è questa la realtà delle isole.

Fonte: La Provincia


8 ottobre 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

In discussione legge affitti turistici alle Canarie
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...