mercoledì 2 settembre 2015

Hacker controllano un auto a distanza e la fanno uscire di strada


Tra le tante notizie di tecnologia che vengono pubblicate tutti i giorni sui giornali, forse questa è una delle poche che merita un poco di attenzione. Il fatto è accaduto realmente, e se non fosse che si trattava di un esperimento concordato con la vittima, sarebbe preoccupante.

Due presunti pirati informatici, secondo quanto pubblica El País, hanno dimostrato che attraverso una connessione Wifi a Internet possono controllare un veicolo a distanza e prenderne il controllo, fino al punto di bloccarne i freni e farlo uscire di strada girando il volante.

La vittima in questione era un giornalista della rivista Wired, che si trovava alla guida di una Jeep Cherokee del 2014, un veicolo cosiddetto “intelligente”.

I due ingegneri informatici che si sono prestati a giocare il ruolo di hacker, sono Charlie Miller, che si occupa della sicurezza informatica di Twitter e Chris Valasek, che lavora per IOActive.

Per realizzare il sequestro del veicolo i due ingegneri non hanno avuto bisogno di nulla di particolare, oltre ad una normale connessione ad Internet e un software che approfitta della vulnerabilità digitale del sistema Uconnect, utilizzato sui mezzi Fiat Chrysler.

Durante il sequestro, i due informatici hanno compiuto delle operazioni in un certo senso innocue, come aumentare la potenza del condizionatore d’aria e cambiare la stazione radio, ma in un secondo momento sono passati a giocare pesante, bloccando le porte e i freni del veicolo e prendendo il controllo del volante.
Naturalmente, i due “hacker” hanno allertato Fiat Chrysler perché prenda provvedimenti, e inoltre, nello stesso periodo, due senatori americani hanno presentato un progetto di legge che prevede di stabilire delle regole in materia di standard di sicurezza per i veicoli di questo tipo.

Personalmente, appartengo alla generazione di coloro che hanno iniziato ad utilizzare automobili tradizionali con carburatore e senza elettronica sofisticata, ed ora mi trovo a vivere in un mondo nel quale puoi restare chiuso dentro ad una Mercedes, BMW o un altro veicolo di gamma alta, solo perché qualcosa non funziona nella centralina elettronica. E questo mi sembra francamente assurdo.

L’automobile è e dovrebbe restare solo un mezzo di trasporto, comodo, funzionale ed economico, pretendere che abbia troppe funzionalità aggiuntive è sinonimo di malattia mentale, del singolo o della società, ma il mio è solo un punto di vista...

Fonte: El País


2 settempre 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Hacker controllano un auto a distanza e la fanno uscire di strada
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...