martedì 22 settembre 2015

I 7 paesi dove le donne sono in maggioranza

Quando si tratta di valutare  le caratteristiche del paese che potrebbe diventare la nostra nuova patria spesso si prendono in considerazione sempre gli stessi fattori: opportunità di lavoro, costo della vita, stabilità politica, clima etc. Ma, ultimamente, forse perché in rete inizia ad esserci una quantità enorme di informazioni similari, alcuni siti cominciano a indicare dei fattori curiosi che potrebbero spingere una persona a emigrare in un determinato paese.

Si tratta del caso di un post apparso recentemente nel sito MSN notizie dal titolo simpatico di: I paesi che necessitano urgentemente di uomini”. In questo caso il target sono i maschi eterosessuali alla disperata ricerca di una compagna, e il messaggio è chiaro: in ognuno di questi paesi il numero delle donne è nettamente superiore a quello degli uomini, e quindi, se vi trasferite a vivere da quelle parti avrete maggiori opportunità di trovare una compagna.

I 7 paesi dove i maschi sono in minoranza sono i seguenti:


Ungheria: con 0,91 maschi per ogni donna

Ucraina: con 0,85 maschi per ogni donna

Isole Marianne (Oceano Pacifico): con 0,93 maschi per ogni donna

Russia: con 0,81 maschi per ogni donna

Messico: con 2,8 milioni di donne in più rispetto agli uomini

Bielorussia: con 0,87 uomini per ogni donna

Estonia: con 0,84 uomini per ogni donna

Naturalmente, questo post è divenuto virale. Significa che, come spesso succede a quelle notizie che devono fare tendenza o lasciare una traccia nell’immaginario collettivo, la notizia è stata ripresa da diversi siti. Infatti, basta che fate una ricerca rapida in rete per rendervi conto del fatto. Ma dov’è la notizia?

E già, perché presentata così, questa “cosiddetta” notizia sembrerebbe rafforzare il vecchio mito secondo il quale al mondo ci sarebbero 7 donne per ogni uomo. Un mito, questo, sconfessato da ogni statistica. Infatti, a parte alcune generazioni toccate dalla guerra che hanno visto ridursi di poco il numero degli uomini rispetto alle donne, in tutto il mondo il numero delle femmine non è di molto superiore a quello dei maschi.

Lo stesso post su MSN notizie segnala percentuali dello “0,” rispetto al numero di uomini per ogni donna. Quindi, introdurre il post dicendo che: “A causa della mancanza di uomini i livelli di natalità sono bassi, e ciò complica lo sviluppo del paese stesso” mi sembra una dichiarazione leggermente esagerata. Chiudere l’introduzione del post suggerendo che questa notizia potrebbe farvi (a voi maschi, eterosessuali, single) venire la voglia di fare la valigia e volare subito in uno di questi paesi, fa sorridere.

Non è proprio il caso di trasferirsi a vivere in un paese straniero perché, tra i vari fattori, si crede di avere in questo maggiori opportunità di incontrare una compagna. Così come non è corretto dire che oggi, a causa dell’invecchiamento della popolazione e della scarsa natalità, abbiamo bisogno di fare più figli o importare manodopera (immigrati) per continuare a sostenere il sistema.

Corretto è dire che, forse, questo sistema è stato concepito senza tenere conto della sua sostenibilità futura. E quindi, forse è il caso di rimettere in discussione tutto il sistema piuttosto che fare del terrorismo per convincere le nuove generazioni a sacrificarsi.



22 settembre 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

I 7 paesi dove le donne sono in maggioranza
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...