giovedì 6 agosto 2015

Il primo camion elettrico di BMW


Alcuni mesi fa mi sono imbattuto nel video di un “economista” il quale affermava tra le altre cose che è utopia pura credere che il fotovoltaico e le energie rinnovabili possano sostituire completamente i carburanti fossili. Come esempio mostrava la foto di un enorme trattore e diceva sarcasticamente: “vi immaginate spostare questo con il fotovoltaico?”

Ebbene, caro il nostro economista poco informato, non c’è bisogno d’immaginare nulla, dato che macchine operatrici e carrelli elevatori elettrici che spostano carichi enormi esistono da molti anni. E posso assicurare, avendoli utilizzati personalmente in passato per lavoro, che pesano molto di più del trattore da lei indicato, hanno una autonomia di svariate ore di lavoro e possono spostare decine di tonnellate di carico.

Ma a suffragio della mia constatazione arriva ora anche l’annuncio della BMW che afferma di avere realizzato in collaborazione con SCHERM, il primo mezzo da trasporto pesante su strada che si muove esclusivamente con energia elettrica immagazzinata da un pacco batterie. Il primo camion elettrico insomma.

Si tratta di un mezzo del peso di circa 40 tonnellate (più o meno lo stesso peso di un normale TIR), e con una autonomia di circa cento chilometri. Certo, trattandosi di un camion con una capacità di carico di svariate tonnellate, una autonomia di soli cento chilometri è decisamente poca cosa, ma dato che stiamo parlando di un prototipo, è chiaro che si apprezza innanzitutto il fatto che sia stato possibile produrre un mezzo di questo genere.

D’altro canto, anche le prime automobili elettriche avevano un’autonomia molto ristretta quando ora sul mercato iniziano ad apparire delle auto, vedi i veicoli della Tesla Motor,  che godono di alcune centinaia di chilometri di autonomia. Inoltre, il primo camion elettrico ricarica completamente le sue batterie in meno di 4 ore, un record se paragonato ai tempi biblici di ricarica dei primi veicoli elettrici.

Per il momento il primo camion elettrico verrà utilizzato per tragitti molto brevi, probabilmente per trasportare pezzi di ricambio di automobili tra diversi stabilimenti della stessa zona, ma quando in futuro sarà possibile contare su di una autonomia più interessante sarà possibile estendere il suo uso anche sui lunghi tragitti.
L’avanzamento in questo settore rappresenterebbe un successo enorme dato che, secondo la Commissione Europea, il settore degli autotrasporti è quello che inquina di più e ha fatto registrare un aumento delle emissioni di Co2 di circa il 20,5% dal 1990 ad ora.

Ben venga allora la ricerca diretta a mettere a punto dei mezzi di trasporto pesanti che utilizzino le energie rinnovabili e che siano ad emissioni zero, e l’annuncio di BMW e SCHERM e del loro primo camion elettrico, fa ben sperare che il momento in cui i vecchi camion diesel andranno in pensione sia sempre più vicino.

Fonte: BMW


6 agosto 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Il primo camion elettrico di BMW
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...