mercoledì 5 agosto 2015

Una casa intelligente che produce più energia di quella che consuma

Foto cortesia Università di Cardiff
Si avvicina sempre di più l’ora in cui i lobbisti, i loro rappresentanti politici e i vecchi baroni dell’energia ottenuta attraverso i canali classici, vengano messi alle corde dalle energie rinnovabili. I ricercatori dell’Università di Cardiff, nel Regno Unito, hanno messo a punto una casa ecologica che produce più energia di quanta ne consuma. E non solo, ma questo prototipo di casa del futuro costa quanto una casa tradizionale costruita con materiali e tecnologia del passato.

Sono lontani i tempi in cui il presidente della Agenzia delle Entrate britannica, George Osborne, dichiarava che non sarebbe mai esistita una casa ad emissioni zero. Eccola qua la casa!

La prima casa del futuro costruita spendendo gli stessi soldi che servirebbero per una costruzione classica, è stata realizzata nella contea di Bridgend, ha dei pannelli fotovoltaici nella parte a sud della proprietà e sul tetto. Inoltre, ogni casa di questo tipo ha in dotazione un generatore solare e una batteria che, insieme, garantiscono riscaldamento, ventilazione ed energia costante a tutto l’immobile.

Oltre ai sistemi di generazione e immagazzinamento dell’energia, questa casa dispone anche di adeguato isolamento termico, per fare in modo che la perdita di energia sia contenuta e che a qualsiasi ora del giorno e della notte, e durante tutto l’anno, sia sempre disponibile tutta l’energia necessaria.

Ma il punto forte di questa costruzione è che è in grado di produrre più energia di quanta ne consuma (e notare che è ubicata in Gran Bretagna dove le ore di sole sono decisamente ridotte rispetto ai paesi del sud), così che il resto viene esportato alla rete elettrica pubblica.

Altro punto a favore di questa nuova tecnica costruttiva è che i costi non sono superiori a quelli delle tecniche tradizionali di costruzione. Infatti, assicurano i ricercatori, che per costruire il loro prototipo hanno impiegato non più di 16 settimane con un costo complessivo di circa 1000 sterline (1.440 euro) al metro quadrato.

Per il momento si tratta di prototipi e non vi è ancora l’intenzione di costruire questo tipo di case a livello massivo. Tuttavia, i risultati positivi dimostrano che è assolutamente possibile costruire delle case ecologiche a prezzi ragionevoli, e che siano completamente autosufficienti a livello energetico. Case che possono addirittura generare un surplus energetico a beneficio della comunità.

Ora resta da vedere se i proprietari delle attuali fonti di energia tradizionale sono disposti a cedere permettendo il graduale diffondersi di queste nuove tecniche di costruzione o se, come avviene in altri campi, continueranno a difendere a denti stretti le loro posizioni.


5 agosto 2015 

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Una casa intelligente che produce più energia di quella che consuma
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...