venerdì 29 maggio 2015

Longevità: Modificare i mitocondri per vivere più a lungo



La scienza sta facendo grandi sforzi per promuovere l'uso dell’energia solare e perché possiamo usare molta più energia proveniente da questo astro. Normalmente, tutto passa attraverso dei sistemi in grado di generare e immagazzinare questa energia in ogni genere di oggetto o dispositivo, ma cosa accadrebbe se potessimo trasformare il nostro corpo in un sistema in grado di catturare e utilizzare l’energia solare?

Christopher Powell, fondatore di BiPlastiq, si è proposto di modificare le cellule del nostro organismo in modo tale che possiamo nutrire il nostro corpo con i raggi provenienti dal sole, come se fossimo delle piante. Attenzione, al contrario di quanto si potrebbe pensare, il suo obiettivo non è quello di eliminare il cibo, il suo obiettivo si muove in un'altra direzione: vivere più a lungo.
Rigenerazione più veloce, energia istantanea

Powell sta lavorando per modificare il motore delle nostre cellule: i mitocondri. Il lavoro normale dei mitocondri è quello di trasformare l'energia chimica che raggiunge il nostro corpo in energia accumulata chiamata ATP. Questa energia viene utilizzata nel nostro corpo per diverse attività: riparare le cellule, creare nuove proteine, ripristinare i tessuti danneggiati ...

Sarebbe troppo facile pensare che ciò che questa azienda sta cercando di realizzare sia una trasformazione che ci permetta di dimenticarci del cibo semplicemente esponendoci ai raggi solari. Invece, quello che si sta cercando di fare è accelerare la trasformazione dell’energia in ATP in modo tale che il nostro organismo si rigeneri e ringiovanisca molto più velocemente.

Secondo l'ipotesi di Powell, grazie a questa modifica potremmo vivere più a lungo e meglio preoccupandoci meno dell’effetto degli anni sul nostro corpo. In realtà, tutto il suo lavoro si basa nei sistemi di terapia della luce che oggi vengono utilizzati per accelerare la rigenerazione di alcuni tessuti.

Alcuni biologi macrobiotici credono che questo tipo di ricerca abbia senso. Secondo Ed DeLong, i mitocondri sono stati intrappolati nel nostro corpo e in seguito sono rimasti quasi dimenticati, non dispongono di risorse e possibilità per evolversi e diventare più sofisticati ed efficienti. Se fosse vero, sarebbe un importante passo avanti perché eliminerebbe dall'equazione della produzione di energia un elemento per noi molto importante: l’ossigeno.

La teoria è promettente: creazione di energia istantanea, sistemi di produzione più efficienti ... Un modo per modificare il nostro organismo per mantenerlo così com’è, anche se al suo interno risulta modificato perché sia più efficiente.

Chissà, forse anche questa soluzione può sembrare utopica come molti altri annunci simili pubblicati negli ultimi anni, ma è certo che negli ultimi tempi c’è un grande fervore intorno al tema dell’allungamento della vita. Pertanto, non sarebbe così sorprendente se tra qualche anno fosse disponibile la possibilità di rallentare in modo importante il processo d’invecchiamento del corpo umano.

Fonte: xtaca.com

29 maggio 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Longevità: Modificare i mitocondri per vivere più a lungo
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...