giovedì 26 marzo 2015

Curaçao: Poche tasse e buona infrastruttura per chi lavora nel web



Curaçao è una piccola isola delle Antille e, come molte altre località nella stessa area, gode di un sistema di tassazione particolarmente agevolato. Non è difficile capire che per attrarre investimenti e imprese alcuni territori molto piccoli e sperduti nella mappa mondiale ricorrano allo strumento della fiscalità agevolata.

D’altro canto, i paesi più importanti, come gli Stati Uniti e l’Europa, dopo l’avvento di Internet e lo sviluppo delle attività online non hanno saputo (voluto) adattare i loro sistemi tributari al nuovo che avanza ed ora i risultati sono sotto gli occhi di tutti. I vecchi sistemi tributari concepiti per tassare imprese e attività svolte nel mondo fisico da parte di aziende presenti nei rispettivi paesi non funzionano molto bene.

La colpa non è dei vari Google, Amazon o Facebook, ma piuttosto della miopia dei rappresentanti politici che spesso non si rendono neppure conto del mondo in cui vivono. 

Al contrario, alcuni piccoli paesi come Curaçao sono particolarmente attenti all’evoluzione dell’economia moderna legata alle nuove tecnologie. Da quelle parti hanno capito molto bene che oggi, la maggior parte delle imprese che svolge un attività in rete, può facilmente spostare la sua residenza fiscale in pochi giorni in qualsiasi paese del mondo. La concorrenza tributaria diventa così agguerritissima e vincerà chi offrirà la piattaforma di tassazione più conveniente.

Tuttavia, i politici di Curaçao hanno ben chiaro che anche un sistema tributario eccessivamente conveniente che preveda una tassazione pari a zero non è auspicabile dato che tra i vari svantaggi causerebbe anche l’inserimento dell’isola nella lista nera (Black List) dei paradisi fiscali che sono penalizzati dalle varie agenzie tributarie complicando in questo modo l’operatività delle aziende che risiedono in questi territori.

A questo punto si è stabilito che le imprese che decidono di trasferire la propria residenza a Curaçao pagheranno solo il 2% fisso sul reddito complessivo societario, per sempre. Una percentuale sufficientemente bassa da permettere di attrarre l’attenzione delle imprese e per escludere l’isola dal club dei paradisi fiscali della lista nera.
Bene. A questo punto niente di nuovo, direte. Sono infatti molti i “paradisi fiscali” che offrono una bassa tassazione alle società che risiedono fiscalmente nel loro territorio.

Invece, Curaçao ha deciso di fare qualcosa di più, proprio per le imprese che lavorano in rete e che proprio per questa ragione necessitano di una connessione affidabile e generosa 365 giorni all’anno. Così che gli amministratori locali hanno combinato un regime di tassazione agevolato insieme alla banda larga.

Infatti, negli ultimi mesi l’isola di Curaçao ha investito pesantemente cablando tutto il suo territorio con la fibra ottica, ed ora, può vantarsi tranquillamente di essere il territorio che dispone della connessione più veloce, affidabile e di banda larga di tutta la regione caraibica. Una vera e propria manna per le aziende che necessitano di banda larga per svolgere la loro attività.

Quindi, se state svolgendo un attività online di qualsiasi tipo, se siete una società operativa in rete o avete intenzione di iniziare un business online, forse l’opzione Curaçao potrebbe essere proprio quella che fa per voi.


26 marzo 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Curaçao: Poche tasse e buona infrastruttura per chi lavora nel web
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...