giovedì 5 marzo 2015

Cuba svilupperà il settore del turismo sanitario


Come avevo già avuto modo di prevedere in alcuni post precedenti, ora che il clima di distensione tra gli Stati Uniti e Cuba fa ben sperare che nei prossimi mesi migliaia se non milioni di nordamericani potranno liberamente visitare l’isola, una buona carta da giocare da parte di Cuba è proprio quella dell’assistenza sanitaria.

Infatti, a parte gli imbecilli che sono ancora purtroppo tanti, tutti sanno che il fiore all’occhiello di Cuba è il suo ottimo sistema sanitario pubblico insieme al settore dell’educazione. Da molti infatti (compresa la ONU) viene classificato come il migliore della regione, quindi perché non approfittarne?

Ecco allora che proprio nelle passate settimane in un articolo pubblicato nel sito The Malaysian Insider, si segnala che alla fiera New York Times Travel Show, tenutasi appunto a New York, Cuba ha partecipato con una sua rappresentanza la quale ha mostrato nei dettagli l’offerta sanitaria specializzata diretta proprio al mercato nordamericano.

Nel banner della presentazione si leggono le seguenti offerte:

- Cuba, una destinazione sanitaria per tutti
- Servizi medico-sanitari a cuba
- Servizi sanitari, tecnici e di consulenza sanitaria all’estero
- Servizi accademici di ricerca a Cuba e all’estero
- Servizi di attenzione sanitaria per entità straniere a Cuba e all’estero

Secondo le informazioni pubblicate dal sito The Malaysian Insider, sono già parecchi gli statunitensi che fanno di tutto per raggiungere l’isola per usufruire dei servizi sanitari. Questo quando ancora esistono delle pesanti limitazioni al riguardo.

Si comprende quindi facilmente che, qualora l’embargo sarà definitivamente eliminato o quando i cittadini statunitensi potranno liberamente viaggiare a Cuba senza alcuna restrizione, il settore del turismo sanitario sarà certamente uno dei più beneficiati. E quel momento sembra abbastanza vicino, dato che le banche USA e le maggiori carte di credito, oltre alle principali linee aeree statunitensi, stanno trattando in questi giorni per iniziare a lavorare con la maggiore delle Antille.

Riepilogando e allacciandomi ad un post nel quale segnalavo che a Cuba una delle attività che sicuramente cresceranno nel futuro prossimo è l’alloggio turistico nelle case private, ora possiamo aggiungere anche il turismo sanitario diretto soprattutto al mercato nordamericano.

Tutti coloro (tanto imprese come liberi professionisti) che sono interessati a conoscere quali sono i settori nei quali è possibile collaborare economicamente con Cuba ecco che la risposta è: turismo classico e turismo sanitario, oltre che il campo della ricerca scientifica nel settore della medicina.

5 marzo 2015

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Cuba svilupperà il settore del turismo sanitario
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...