sabato 15 febbraio 2014

Cuba: L’informazione ad opera di Associated Press


Fidel Castro e Cristina Fernandez
Curiosa la notizia apparsa in questi giorni sul quotidiano spagnolo El País, il quale pubblica alcune foto che, secondo l’Agenzia di Stampa Associated Press, sarebbero state manipolate per nascondere un apparecchio acustico che aveva Fidel Castro durante gli incontri informali tenutisi nella sua residenza privata durante il convegno della CELAC a Cuba.

Nelle foto che ritraggono Castro con Correa Presidente dell’Ecuador e la Fernandez attuale mandataria Argentina, si vedrebbe chiaramente l’apparato acustico e si rileverebbero anche i tentativi di occultarlo a colpi di photoshop.

Ora, dico io, a parte che non dovrebbe sorprendere nessuno che un uomo di 87 anni con tutti i problemi fisici che ha avuto, possa anche avere problemi all’udito e quindi necessitare di un dispositivo apposito. Ma poi, avessero almeno detto che sospettavano si trattasse di un microfono magari messo li dai servizi segreti cubani. No, si sono limitati a dire che avrebbero restituito le foto e ne avrebbero scrutinate altre ricevute in precedenza perché la politica dell’agenzia è quella di non accettare foto truccate.

A scanso di equivoci, per non correre il rischio di essere tacciati di attaccare appositamente Cuba ed il suo Governo, hanno anche aggiunto che non è la prima volta che accade. Infatti, sarebbe successo anche recentemente in riferimento ad una foto di alcuni altri prelati cattolici della Repubblica Dominicana, nella quale la manipolazione avrebbe eliminato un prelato accusato di molestie sessuali (ma va, che novità) sostituendolo con un prete qualsiasi.

Quindi, questo bellissimo esempio d’informazione d’alto livello da parte dell’Associated Press consiste di 8 paragrafi per dire che forse un uomo vecchio e malato di 87 anni (ma che ha tenuto in scacco l’occidente per decenni ed ha vinto) indossa, cosa stranissima, un apparecchio che lo aiuta ad udire che però, chissà perché, qualcuno ha tentato di camuffare e quindi loro hanno respinto come da regolamento queste foto indecenti, mentre hanno scritto un solo mini paragrafo per dire che hanno respinto anche le foto ritoccate dove appariva un criminale (perché questo è un pedofilo anche se indossa la vestaglia da Nunzio Apostolico) che poi è stato rimosso e che quindi si tratta di una prassi comune: la legge è uguale per tutti! Vi ricorda qualcosa?

Tanta fuffa per continuare ad attirare l’attenzione su chi è ancora troppo scomodo al sistema di potere finanziario e politico occidentale ormai sgangherato che non sa più a cosa attaccarsi. Mi ricorda alcune delle notizie che si leggono in questi giorni sui giornali italiani, che ho ancora il coraggio di leggere in internet, perché grazie a Dio non vivo più in Italia. 

15 febbraio 2014

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Cuba: L’informazione ad opera di Associated Press
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...