lunedì 20 gennaio 2014

Uruguay: Elezioni 2014 nel paese di moda in America Latina


Innegabile che durante tutto il 2013 il paese di moda in tutta l’America Latina è stato proprio l’Uruguay. Grazie anche senza dubbio al formidabile profilo politico e culturale del suo attuale presidente, José Mujica, che ha saputo dare una lezione a tutto il mondo, ai suoi colleghi latini e non solo, e alle conquiste sociali che vedono il paese come il primo dell’area a legalizzare le unioni omosessuali, liberalizzare consumo e produzione della marijuana, liberalizzare l’aborto e rafforzare i legami con i paesi vicini.

Ora l’Uruguay andrà anche lui alle urne a ottobre del 2014 per eleggere il nuovo presidente. E siccome in Uruguay non è possibile il secondo mandato presidenziale e inoltre, anche se lo fosse, Mujica ha già fatto sapere che con uno ne ha già avuto abbastanza (forse qualcuno dovrebbe prendere esempio nello stivale italico e non solo per quanto riguarda il mandato ma soprattutto per l’integerrima sobrietà di Mujica che per tutta la durata del suo mandato ha restituito il 90% del salario per darlo ai poveri e non ha usato scorte, auto blu rosa o gialle varie e alloggi presidenziali di alcun genere), si avvicina ora la fatidica data della successione presidenziale.

A questo punto, dato che gli uruguaiani sembrano essere a grande maggioranza più che soddisfatti della gestione non tanto di Mujica come presidente e uomo di eccezionale statura umana (perché questo dovrebbero essere i presidenti prima di essere statisti), ma piuttosto della gestione operata dal Fronte Ampio, il partito di sinistra che governa il paese da ormai molti anni, sembra proprio che il successore dell’attuale presidente sarà Tabaré Vázquez, che fu già presidente tra il 2005 e il 2010 e che fa sempre parte del partito di Mujica, il Fronte Ampio.

Auguri allora a questo meraviglioso paese (si sente che sono un poco di parte eh) che è l’Uruguay, che chiude il 2013 con un serie infinita di elogi autorevoli a livello internazionale, dopo essere diventato il primo paese al mondo a regolare il mercato della marijuana, e da un anno ha anche approvato il matrimonio gay oltre ad avere ratificato con un referendum la legge per l'aborto libero. Un dettaglio a favore del paese è che nel 2013 la prestigiosa rivista britannica The Economist ha dichiarato l’Uruguay paese dell’anno. Infine, vi consiglio di vedere il video promozionale fatto da due artisti che hanno scelto di promuovere il paese del sud. Tutte informazioni interessanti per chi sta pensando di andare a vivere in Uruguay.


20 gennaio 2014

Fonte: El País

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Uruguay: Elezioni 2014 nel paese di moda in America Latina
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...