giovedì 16 gennaio 2014

Panama: Ampliamento canale verrà sospeso?


Il presidente di Panama, Ricardo Martinelli, ha annunciato che si recherà in Spagna e in Italia per esigere il rispetto degli accordi per l'ampliamento del canale, dopo aver accusato d'irresponsabilità le aziende che hanno vinto l’appalto dei lavori.

"Io vado in Spagna e in Italia a chiedere a questi governi il rispetto della responsabilità morale per gli accordi firmati, perché non è logico che una impresa avanzi, a lavori iniziati, un aumento così importante del preventivo pattuito per i costi di ampliamento della infrastruttura", ha detto Martinelli dopo che il consorzio italiano - spagnolo ha minacciato di sospendere i lavori di ampliamento se non viene accettato il nuovo preventivo.

Egli ha aggiunto che "quando parteciparono al concorso per l’appalto fecero loro il prezzo, e ora se ne escono con la storiella che si vedono obbligati ad alzarlo"; Martinelli non ha specificato la data del suo viaggio in Europa.

Il consorzio incaricato dell’espansione del Canale di Panama, guidato dalla società di costruzioni spagnola Sacyr,  ha minacciato nei giorni scorsi di interrompere i lavori se le autorità di gestione del canale non accedono ad un pagamento aggiuntivo di un miliardo e seicento milioni di dollari entro 21 giorni dalla reclamazione.

La Sacyr, che dirige il consorzio internazionale Grupo Unidos por el Canal (GUPC), ha detto attraverso un comunicato inviato alla Commissione Nazionale del Mercato dei Valori spagnola (CNMV) che "procederà alla sospensione dei lavori, se le richieste avanzate non saranno esaudite entro il periodo menzionato (21 giorni) ".

I lavori, che hanno un costo totale di 5.200 milioni di dollari dei quali 3.200 andrebbero a GUPC, sono iniziati nel 2009 e dovrebbero concludersi nel mese di ottobre del 2014, ma hanno già un ritardo di nove mesi.

La Sacyr da parte sua, denuncia "gravi carenze" contrattuali da parte dell'Autorità del Canale di Panama (ACP), e calcola l'importo totale delle spese impreviste in 1.600 milioni di dollari . "Si tratta di spese impreviste, e imputabili a diversi imprevisti comprensibili per un opera di questa portata", ha detto un portavoce della Sacyr.

Nel frattempo, l’ex amministratore del Canale di Panama Alberto Alemán, durante la cui gestione sono iniziati i lavori di espansione del canale, ha detto di essere sicuro che Panama "difenderà i propri interessi contro le pretese milionarie" di GUPC, il consorzio di costruzione del canale che minaccia di sospendere i lavori.

GUPC, il consorzio incaricato dei lavori, comprende la spagnola Sacyr, l'azienda italiana Impregilo, la belga Jan de Nul e la panamense Constructora Urbana. Negli ultimi giorni tuttavia, sembra che il consorzio del canale abbia raggiunto un compromesso con le aziende costruttrici... speriamo bene!

16 gennaio 2014

Fonte: Telesur

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Panama: Ampliamento canale verrà sospeso?
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...