mercoledì 29 gennaio 2014

Cuba: Europa inizia trattativa per apertura


Cuba ha ottenuto un nuovo successo diplomatico questo mercoledì, dopo che i principali paesi della UE hanno dato l’assenso per avviare i negoziati che poteranno ad un accordo bilaterale con Cuba per costruire un nuovo quadro di relazioni. La notizia si aggiunge al forte sostegno che ha ricevuto in questi giorni il governo di Raul Castro da parte del vertice della Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (CELAC), a cui hanno partecipato 33 capi di Stato e di governo.

Tuttavia, la UE dice che il dialogo si svolgerà tenendo come riferimento la “posizione comune” concepita dal Governo Spagnolo nel 1996, la quale prevedeva che si dovevano mostrare progressi in tema di riforme, diritti civili e democratizzazione della vita civile. Vedremo se le riforme attuate e quelle in  via di realizzazione basteranno per una prima tiepida apertura, ma credo che non sarà necessario, dato che in questo momento di vacche magre è sempre meglio fare poco gli schizzinosi.

Il disgelo arriva in un momento in cui già altri paesi hanno avviato un processo di avvicinamento concreto all'isola. Il governo messicano infatti, lo scorso novembre, ha cancellato il 70 % del debito di Cuba e il suo presidente, Enrique Peña Nieto, presente al foro della CELAC tenutosi a Cuba, inizia una visita ufficiale da questa sera per ripristinare il rapporto speciale che il suo partito, il PRI, ha tenuto per quasi quattro decenni con l'Avana. Ma è il Brasile che ha preso l'iniziativa più eclatante della settimana, con l'apertura della prima sezione del porto di Mariel, uno dei più grandi dei Caraibi e costruito dalla Odebrecht (impresa brasiliana), nel quale sono stati investiti 1.092 milioni di dollari.

Naturalmente, i nuovi venti delle riforme economiche che soffiano a l'Avana e che stanno plasmando l'isola hanno avuto il loro ruolo nell’impulsare questo interesse da parte di tutti, facendo dell’isola Caraibica un territorio attraente e quasi vergine per gli investimenti stranieri. Chissà … magari si avvicina davvero sempre di più il momento in cui non solo sarà possibile andare a vivere a Cuba, ma sarà anche conveniente.

29 gennaio 2014

CONDIVIDI

E se vuoi continuare a leggere...

Cuba: Europa inizia trattativa per apertura
4/ 5
Oleh

RICEVI LE NOVITÀ

Un punto di vista differente...